Flash News
itsqenfifrdeganoruessvzu
dalla rete

dalla rete (11)

Il Fortore ha i redditi più bassi d'Italia

 

Il Fortore ha i comuni con i redditi più bassi d'Italia. E' quanto rileva uno studio statistico del ministero dell’Economia e delle Finanze. "Il documento – si legge su infodata del Sole24ore – riporta il dato medio del reddito ricavato dai dati Irpef contenuti nelle dichiarazioni dei redditi".
Il Comune più povero risulta Castelvetere con un reddito medio di 9.362 euro, seguono Castelfranco in Miscano (9.506) San Giorgio la Molara (9.657), Baselice (9.791), Ginestra (9.983), Montefalcone (10.346), Foiano (10.858), e infine San Bartolomeo con (10.898). Il reddito pro-capite più alto della zona risultano averlo San Marco(12.636) e  Molinara (11.928).
Per rendersi conto della forbice che continua ad allargarsi tra le due aree del Bel Paese, nord e sud, basti pensare che al vertice della classifica ci sono alcuni comuni del settentrione con oltre 43mila euro di reddito medio. 
E a sorpresa all'ultimo posto della classifica generale c'è proprio un comune del nord, Carvagna (provincia di Como), con un reddito medio di 5.470 euro. 
Per consultare i redditi di tutti i comuni d'Italia clicca qui Infodata
 
Fonte: Il blog di Antonio Bianco
Leggi tutto...

Gesesa. Interruzione programmata della distribuzione idrica per sostenere il Molise

Le ridotte portate da parte di "Molise Acque" per i comuni di Castelpagano e di San Bartolomeo in Galdo hanno indotto Gesesa ad interrompere nelle ore notturne la distribuzione idrica, blocco necessario, per garantire il normale servizio idrico nelle ore diurne. Gesesa, con questa azione, garantisce un aiuto al Molise assicurando la distribuzione idrica ai paesi della regione vicina che sono in difficoltà per le condizioni meteo delle ultime ore.

Fonte: ilquaderno.it

Leggi tutto...

Chiude l'Amborchia: il Fortore di nuovo isolato

Il giorno 22 dicembre 2016 si è riunito il Gruppo di Lavoro sulla viabilità della Consulta “Fortore Vivo” per affrontare il grave problema della imminente chiusura della strada comunale “Galessa”, meglio conosciuta come Amborchia.

A seguito di ulteriori frane che ne rendono difficoltoso il transito, il sindaco di Volturara Appula Leonardo Russo, ha deciso di interdirne il passaggio agli autoveicoli. Si ricorda che il tracciato della strada Amborchia ricade per circa 2,2 km nel comune di Volturara Appula, in provincia di Foggia ed in minima parte in provincia di Benevento, nel comune di San Bartolomeo in Galdo. Ciò nonostante la strada serve un bacino di popolazione di circa 20.000 abitanti.

La chiusura avverrà domani, 27 dicembre 2016

VISTO
Il pessimo stato della ex SS 369, declassata con una scellerata decisione del 2001 presidente del Consiglio dei Ministri a strada provinciale (SP 135-bis), unitamente alla chiusura dell’Amborchia, recheranno un ennesimo gravissimo disagio ai cittadini della Valfortore che dovranno recarsi in Capitanata o in Molise, oltre a un non quantificabile danno economico derivante dall’isolamento da cui l’Amborchia ci aveva affrancati per quanto riguardava la dorsale adriatica.

La Consulta

DECIDE

- Di farsi latrice presso i Commissari Boniello e Lubrano, affinché insieme con i sindaci dei comuni della Valfortore ed insieme al sindaco di Volturara ed agli organi competenti, vogliano provvedere al più presto al ripristino di almeno una delle due strade suddette

- Di promuovere tutte le iniziative necessarie ad enfatizzare la drammaticità in cui verserà da domani mattina la situazione dei collegamenti viari tra tre regioni Puglia, Molise e Campania, in un momento storico in cui si iniziava a intravedere la prospettiva di uscita dalla condizione di grave isolamento storico in cui versa la nostra Valle, e a parlare concretamente di un asse viario di penetrazione verso l’interno della Regione Campania destinato ad innestarsi sul collegamento Campobasso-Foggia.

 

In allegato immagini sullo stato della viabilità lungo l'Amborchia

 

 

Leggi tutto...

Psr Campania: territorio rurale e nuova programmazione un incontro a San Bartolomeo in Galdo

L’incontro è previsto per il 15 dicembre alle 10:30 presso l’Aula Magna dell’Università Popolare del Fortore.
A conclusione delle varie attività legate alle misure 111 e 331 del PSR Campania 2007/2013, l’Università Popolare del Fortore, unitamente alla UOD 09 della Regione Campania - Direzione Generale per le politiche agricole, alimentari e forestali, organizza un “incontro tematico” per presentare pubblicamente gli obiettivi raggiunti ed allo stesso tempo volgere uno sguardo sulle potenzialità della nuova programmazione. 
Un convegno nel Fortore, giovedì 15 dicembre alle ore 10:30, a San Bartolomeo in Galdo, presso l’Aula Magna dell’Università Popolare del Fortore, sul tema “Psr Campania - Territorio rurale tra vecchia e nuova programmazione”, con lo scopo di sottolineare il legame tra esigenze territoriali e obiettivi formativi perseguiti e raggiunti. 
Modererà i lavori Grazia Pedicini, dirigente scolastico dell’I.I.S. “Galilei Vetrone”. L’Università Popolare del Fortore e l’Istituto Tecnico Agrario Sannita sono ormai partner permanenti ed insieme hanno colto ed attuato molteplici opportunità formative per il territorio sannita e campano in genere.
Ai saluti delle autorità presenti, seguirà la relazione introduttiva di Carmine Agostinelli, direttore dell’Università Popolare del Fortore. Seguiranno gli interventi di Giuseppe Murolo (già Ispettore MIUR per il settore Agrario – presidente Europea Italia), Carmine Nardone (accademico ordinario dei Georgofili – presidente Futuridea), Donato Matassino (professor emeritus – presidente ConSDABI), Massimiliano Stellato (Regione Campania, responsabile della misure 111 e 331 del PSR Campania). Le conclusioni verranno affidate a Maria Passari (Regione Campania – direzione generale per le politiche agricole, alimentari e forestali – Dirigente UOD 09, Tutela della qualità, tracciabilità dei prodotti agricoli e zootecnici, servizi di sviluppo agricolo).

Fonte: ottopagine.it

Leggi tutto...

La comunità di San Bartolomeo da l'ultimo saluto al dott.Fusco

Oggi penso a mio padre e gli auguro tanto bene. penso anche a mio suocero e mi auguro che si trovi in un posto migliore. Ma penso con enorme tristezza al nostro beneamato dottore Domenico Fusco che ci ha lasciati. Una persona di notevole cultura. Un medico dalla stabile dottrina professionale che ha sempre concepito come missione sociale. Un vero crociato di altri tempi che ha saputo portare in tante case un sorriso, un conforto e una speranza. Un medico che per primo è giunto a S.Bartolomeo per esercitare la professione con passione e ardore conquistando con facilità la simpatia, il rispetto e la stima dei sanbartolomeani. Una persona paterna nei consigli e assiduo nel curare, un padre notevole. Grazie a lui lo sport è approdato a S.Bartolomeo in tempi di limitate condizioni facendolo conoscere ed apprezzare, come il calcio la scherma e la palla a volo. Lo ricorderò sempre con grande affetto e stima, e soprattutto mi riterrò sempre orgoglioso per averlo sorretto nell'incalzare degli acciacchi. Caro dottore Fusco vivrai sempre nei nostri cuori!

Leggi tutto...

Marco e Billi di Vincenzo Palazzo

Marco e Billi

 

Amo la natura! Ricordo con sempre maggiore malinconia e nostalgia quando da piccolo con i miei genitori tornavamo nel paese dei nonni. Mi sembra un sogno, il nonno che mi portava a raccogliere funghi, in quella natura incontaminata. Devo a lui la mia passione: andare in cerca di tartufi, in giro per i boschi io e il mio amato cane Billi. Mi chiamo Marco vivo in città, nel cemento armato, fatto di casermoni caos e ritmi molto stressanti. Un giovedì sera torno a casa e guardando la televisione, mi soffermo a vedere un documentario sull’Appennino Dauno. Era un segno, non tornavo in quei luoghi dalla morte dei nonni.      

Leggi tutto...

Le vacanze di Arturo

Quasi nessuno lo leggerà, perchè tutti hanno l'orologio e nessuno ha il tempo.
L’estate avanza, tutti vanno in vacanza. Sui social si iniziano a vedere i primi selfie, tutti al mare. “Arturo, dove vai in vacanza?”.Purtroppo la vacanza e tutto il resto lui non se la può permettere, la storia si ripete, maledizione! “Cosa farà Arturo?” Non c’è un gran da fare e senza esitare decide di fare le ferie in camera sua, esce compra le sigarette, fa un abbonamento ad internet e decide di scrivere qualcosa che duri tutta l’estate.Anche quest’anno dieci, quindici euro al giorno ed il gioco è fatto. Nella sua tana c’è quel mondo parallelo e quel microclima che gli fa fare i conti con la realtà che lo sta uccidendo.

Leggi tutto...

Quando l'allievo è pronto il maestro appare

Ricordo di un giorno che la cartilagine del ginocchio mi dava fastidio per una piccola infiammazione e mi lamentai con il prof. per tale motivo,mi prese da parte e mi fece vedere il suo ginocchio tirando su il pantalone,mai visto un ginocchio cosi'colorato di lividi e tanto gonfio,lui non lo dava a vedere non zoppicava nemmeno,cio' fece si' una guarigione immediata anche per il mio arto....

Leggi tutto...

Quando i sogni cessano, muore il sognatore

Stasera esco. Quando i sogni cessano, muore il sognatore. Che si fa,guardo il mio portafogli in crisi. La storia si ripete devo vivere anche stasera in pochi metri quadrati. Faccio il pieno di inchiostro , carta e si parte. Guardo la mia scatola di sigari, ce n'è uno solo. Stasera voglio imitare Chinasky e prendo una mezza bottiglia di Whisky.Scelgo un po' di musica da ascoltare e sono quasi pronto. Mi ritrovo in un quartiere con tante luci Vadoriccio street.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
×

Resta connesso!

Ricevi per primo le notifiche dei nostri aggiornamenti.

Leggi le nostre Privacy Policy & Termini di Utilizzo
Puoi cancellarti in qualsiasi momento