Flash News
itsqenfifrdeganoruessvzu

L'elisir di lunga vita esiste e sgorga dal quartiere più caratteristico di San Bartolomeo in Galdo In evidenza

L'elisir di lunga vita esiste e sgorga dal quartiere più caratteristico di San Bartolomeo in Galdo

L’elisir di lunga vita esiste e si trova a Badricc.

Il 28 dicembre 2012 il nostro compaesano Donato Colatruglio residente a Badricc e precisamente nel largo della fontana Scassell, compiva 100 anni. L’Amministrazione comunale dimenticò la ricorrenza, ma Badricc no e grazie alla Go-Web affiggemmo un manifesto per augurare buon compleanno a nome del quartiere a zio Donato. Nel 2014 cambiò l’Amministrazione, ma non il risultato, gli auguri per zio Donato arrivarono egualmente solo dal quartiere. Quest’anno non vi è nessuna Amministrazione in carica, e dai Commissari non potevamo aspettarci l’attenzione che meritavano i 104 del totem di SBiG zio Donato. Anche in questo caso gli unici auguri sono arrivati da Badricc grazie alla partecipazione della Go Web.

Scevro da polemica, vorrei fare solo un’amara considerazione. Noi a SBiG abbiamo difficoltà a dare il giusto riconoscimento alle cose e dunque non possiamo aspettarci che ce le riconoscano gli altri.
Perché dico ciò.
Leggendo Repubblica del 25 giugno 2016, un articolo attirò la mia attenzione. Il titolo recitava: San Marco dei Cavoti, il paese dei centenari sotto la lente degli scienziati.
http://www.repubblica.it/scienze/2016/06/25/news/paese_centenari_longevita_-142793470/
Dentro di me si accese una sana invidia per il paese dei sammarchesi, sia per il record di longevità, sia per la visibilità.
La notizia fu ripresa da varie testate nazionali ed il TG3 Campania il 21 novembre di quest’anno vi ha dedicato un servizio.
http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/media/GenerazioneArgento-Campania-record-di-ultra-novantenni-95c9b7f0-1565-498d-b171-d025707ed015.html
Anche questo articolo, fermo restando gli auguri di buona salute agli arzilli vecchietti sammarchesi, ha suscitato in me un pizzico d’invidia, oltre che per il record, anche perché sono stati in grado di “venderlo” agli organi di stampa nazionali e locali.
http://www.realtasannita.it/articoli/articolo.php?id_articolo=18312
http://www.adnkronos.com/salute/2016/06/27/occhi-puntati-sul-paese-dei-centenari-caccia-segreti-longevita_GEC0rgCyP6kI6983oZhyJL.html
Noi invece abbiamo difficoltà a far stampare un manifesto.
Ma la notizia sulla particolare longevità dei sammarchesi è fondata? Hanno scoperto davvero l’elisir di lunga vita?
Digito su google: paese dei centenari, e me ne appaiono decine, tutti a vantare il record di longevità: Acciaroli, Bivongi, Tussio, Perdasdefogu, Campodimele, Volturara Irpina…
Mi assale un dubbio: Quanto c’è di vero nei centenari di San Marco dei Cavoti? È una bella storia, ma…
La soluzione alla domanda mi è stata suggerita dal dott. Antonio Vinciguerra.
Prendiamo i dati dell’ISTAT al 1 gennaio 2016 e scopriamo che San Bartolomeo in Galdo ha 113 ultranovantenni su una popolazione di 4867 abitanti, pari al 2,32% della popolazione, con 4 centenari.
San Marco dei Cavoti ha sì 4 centenari come San Bartolomeo, ma ha 78 ultranovantenni su 3371 residenti, pari al 2,31% della popolazione. I dati sono in linea con San Bartolomeo.
Basta un rapido controllo e si scopre che nei paesi a nord est di Benevento i dati sono quasi tutti equivalenti, fa eccezione Montefalcone di Valfortore ove vi sono 38 ultranovantenni su 1525 abitanti, pari al 2,49% della popolazione.
Roseto Valfortore, paese a noi viciniore, ma in Capitanata, raggiunge un picco di 2,70% ultranovantenni.
Dunque, bisognava andare a Montefalcone per trovare l’elisir di lunga vita in provincia di Benevento e non a San Marco dei Cavoti, oppure entrare in Capitanata e scoprire che a Roseto si vive molto di più.
Se a Montefalcone è stato scippato il titolo di popolazione più longeva, noi di certo non possiamo recriminare nulla, se non siamo in grado di festeggiare tutti insieme come comunità i 104 anni di zio Donato.
Non so perché San Marco dei Cavoti abbia ricevuto la ribalta nazionale per qualcosa che non ha. Forse conoscono giornalisti che possono pubblicizzarlo meglio, forse il caso vuole che siano considerati il paese più caratteristico a nord est di Benevento, forse solo semplice fortuna, forse devono ringraziare il dottor Stisi di origini sammarchesi.
Nell’opera prima di Tullio Avoledo, il bel libro dal titolo: L’elenco telefonico di Atlantide, la fonte dell’eterna giovinezza si trovava nel seminterrato di un anonimo condominio friulano, l’acqua sgorgava da un vecchio lavatoio antecedente alla costruzione del palazzo. E proprio in questo lavatoio veniva a dissetarsi il sedicente architetto Aurelio Fabrici, malato di AIDS, alcolizzato e pieno di altre malattie, ma ancora inspiegabilmente vivo per i suoi condomini.
Davvero un bel libro quello di Avoledo, ma pur sempre un libro, io invece voglio svelarvi dove si trova, in realtà, la fonte dell’eterna giovinezza: essa sgorga dalla fontana Scassell, costruita nel 1913.
All’acqua della fontana si sono dissetati zio Donato che sta attraversando il suo 105esimo anno di età ed abita a cinque metri dalla fontana stessa, zia Carmela che sta attraversando il suo centesimo anno d’età e abita a 10 metri dalla fontana e zia Raziella che tra pochi giorni inizierà il suo 98esimo anno d’età ed abita a 20 metri dalla fontana.
Un centenario e due quasi centenarie in un raggio di 20 metri.
Mi raccomando, non ditelo ai giornalisti, potrebbero riempirci il paese con migliaia di arzilli vecchietti stile Cocoon. 

Ad Maiora Ariadeno
Fotografia: Salvatore Picciuto e internet

 

A margine

Scambio di commenti intercorso su Facebook tra il giornalista della rai Rino Genovese, inviato del tg3 Campania a
San Marco per documentare la presunta "eccezionale longevità" dei residenti, ed il dott. Antonio Vinciguerra.
Dopo il contraddittorio Rino Genovese ha bloccato Antonio Vinciguerra in modo che non risultasse
più rintracciabile da quest'ultimo.
A voi le considerazioni su un atteggiamento così deplorevole di chi dovrebbe fare della verifica delle fonti,
prima della stesura di un articolo, e della critica costruttiva il proprio riferimento morale assoluto.
 
 
Ultima modifica ilMercoledì, 11 Gennaio 2017 14:49
Altro in questa categoria: « Auguri zio Donato Ogni mondo è paese »
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto
DEL RE ::::: Macelleria e Salumificio Artigianale
×

Resta connesso!

Ricevi per primo le notifiche dei nostri aggiornamenti.

Leggi le nostre Privacy Policy & Termini di Utilizzo
Puoi cancellarti in qualsiasi momento