Flash News
itsqenfifrdeganoruessvzu

Viabilita' Fortore, dossier a De Luca. Spina ringrazia Alternativa Popolare

Il documento presentato a De Luca riprendere il deliberato sull'emergenza percorribilità delle strade provinciali che il Consiglio generale della Comunità Montana del Fortore adottò all'unanimità lo scorso febbraio. 
In merito all'iniziativa intrapresa da Alternativa Popolare, ed in particolare da Francesco Maria Rubano vicepresidente della Provincia di Benevento, unitamente a Luigi Barone (componente della Direzione Nazionale del partito), ed al sottosegretario alla Difesa e coordinatore di AP in Campania, Gioacchino Alfano, di riprendere il deliberato sull'emergenza percorribilità delle strade provinciali che il Consiglio generale della Comunità Montana del Fortore adottò all'unanimità lo scorso febbraio (deliberato che è stato consegnato dagli esponenti di AP al governatore Vincenzo De Luca in occasione del meeting di Limatola), il presidente dell'Ente montano, Zaccaria Spina, esprime ringraziamento e compiacimento. (leggi qui)

Leggi tutto...

Fortorina, la proposta unitaria dei sindaci

Firmata dai sindaci di Baselice, Foiano e San Bartolomeo in Galdo una proposta congiunta per la realizzazione del quarto lotto della strada denominata Fortorina. Un atto formale con il quale gli amministratori fortorini danno indicazioni sulle priorità da tener conto nella progettazione del tracciato che da San Marco dei Cavoti, passando per San Bartolomeo, collega il Sannio con Puglia e Molise alla Statale 17.
Tre i punti inseriti nella proposta formalizzata da Canonico, Maffeo e Agostinelli.

Il primo riguarda il collegamento San Bartolomeo in Galdo-Statale 17 attraverso un nuovo tracciato. Il secondo prevede un tunnel da Casone Cocca alla località Ponte Carboniera nel comune di Foiano e l'adeguamento della viabilità esistente per Baselice. Infine la realizzazione di un nuovo tracciato da Ponte Tre Luci a Ponte Sette Luci.
La proposta dei sindaci arriva all'indomani dell'incontro degli stessi con il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro l’ingegnere dell'Anas Paolo Nardocci presso il Ministero delle Infrastrutture.
Nell'incontro, al quale ha partecipato anche il consigliere provinciale Giuseppe Ruggiero, gli amministratori hanno preso visione del progetto di massima. Progetto che può contare su 103,5 milioni di euro che saranno disponibili nelle casse dell'Anas dal 2018.

Parafrasando Galileo Galilei verrebbe da dire: eppur si muove.

Tra scetticismi (giustificati da 70 anni di promesse non mantenute), speranze e proposte di tracciati (social) alternativi la Fortorina muove un piccolo passo. Un passo simbolico che apre uno spiraglio per vedere (forse) realizzato un sogno che le popolazioni del Fortore hanno cullato fin dell'Unità d’Italia.

Oggi più che mai le possibilità che l’asse viario che toglierebbe il Fortore dallo storico isolamento possa essere realizzato sono concrete. Ma da qui in avanti diventa fondamentale, oltre alla volontà politica del governo centrale e dell’Anas, il ruolo degli amministratori locali. A loro spetta il compito di vigilare e promuovere tutte quelle azioni affinché il sogno diventi realtà.

Leonardo Bianco

Fonte: il blog di Antonio Bianco

Leggi tutto...

Comunità montana del Fortore, riunione di giunta e incontro col sindaco di San Bartolomeo in Galdo

“Ci siamo riuniti in Giunta ed abbiamo conferito indirizzo affinché vengano predisposti nell’immediato i pagamenti relativi ad una annualità di fitto terreni e le indennità chilometriche per gli anni 2011 e 2012 agli operai. Subito dopo avverrà il pagamento delle giornate effettuate dagli operai nei mesi da gennaio ad aprile 2017”. A dichiararlo è Zaccaria Spina, presidente della Comunità Montana del Fortore, a margine della seduta della Giunta esecutiva tenutasi mercoledì 14 giugno. Seduta alla quale, unitamente al presidente Zaccaria Spina, hanno partecipato il vicepresidente Salvatore Brancaccio e l’assessore Marianna Paradiso.
“I pagamenti – afferma poi il presidente Spina – avverranno sempre ricorrendo ad anticipi di cassa. Abbiamo destinato risorse a queste finalità mettendo da parte altri tipi di attività”.
Ed aggiunge: “La Comunità Montana del Fortore a tutt’oggi vanta un credito dalla Regione Campania di circa un milione di euro relativo all’annualità 2016, mentre dell’anno 2017 dalla Regione non abbiamo incassato ancora niente”.
I lavori della Giunta esecutiva sono stati preceduti dall’incontro tra il presidente Zaccaria Spina, il vice Salvatore Brancaccio e l’assessore Marianna Paradiso con il nuovo sindaco di San Bartolomeo in Galdo, Carmine Agostinelli. Il neo primo cittadino Agostinelli ha riconfermato quanto detto in campagna elettorale, ovvero la volontà di lavorare per San Bartolomeo in Galdo e per l’intero comprensorio del Fortore.
Il presidente Spina ha rimarcato: “La situazione in cui ci troviamo non consente ulteriore dispendio di tempo, che a questo punto deve essere, obbligatoriamente e necessariamente, speso e dedicato tutto, in modo costruttivo, per salvaguardare ciò che resta del nostro territorio ed al contempo cercare di promuovere lo sviluppo di queste aree”. Il discorso sarà approfondito di qui a breve e con varie iniziative per il prossimo periodo. Tra i temi caldi: l’emergenza viabilità in primis.

Fonte: ntr24.tv

Leggi tutto...

San Bartolomeo in Galdo: il sindaco è Agostinelli

Carmine Agostinelli è il nuovo sindaco di S. Bartolomeo in Galdo. Con uno scarto di circa 550 voti il figlio dell’ex sindaco Donato, ha avuto la meglio su Giovanni Buccione. Agostinelli con la sua lista S. Bartolomeo 2.0 si riparte, ha ottenuto 1767, contro i 1218 della lista Alleanza Popolare. Due compagini che si sono contesi una campagna elettorale a tratti al vetriolo anche se sembrava essere iniziata sotto il segno della concordia. Forse Buccione paga lo scotto di aver formato una lista di soli 9 candidati, lasciando un buon margine di vantaggio ad Agostinelli che invece è apparso sin da subito più organizzato. Una campagna elettorale che ha letteralmente spaccato in due l’elettorato tornato alle urne anzi tempo con il comune commissariato. Con la sua squadra di giovani alla prima esperienza politica ed ex amministratori, la lista S. Bartolomeo 2.0 ha improntato il suo confronto proponendo la svolta al modo tradizionale di amministrare, mettendo in primo piano informatica, formazione e professionalità con quel pizzico di esperienza che non guasta e che ha dimostrato di essere determinante in termini di vittoria elettorale, vedi il risultato del candidato Giovannino Pepe, con i suoi 393 voti e la sua esperienza di ex amministratore . L’umore che serpeggia è quello tipicamente del dopo elezioni, in paese si commenta il voto e molti risultati si sa, inaspettati, alimentano dubbi e stimolano la fantasia dei tanti oracoli del giorno prima tra i numerosi capannelli di piazza. Si possono intuire le fallite e possibili convergenze politiche, di chi ha perso, le nuove amicizie e nuove inimicizie, sodalizi che si rompono e rapporti che si intensificano. Oggi ci sarà la proclamazione del vincitore e la festa, iniziata già allo scoccare della mezzanotte tra domenica e lunedì sicuramente continuerà nei giorni a seguire. Carmine Agostinelli sarà il sindaco più giovane di S. Bartolomeo, quel paese situato sul crocevia di tre regioni Campania, Molise e Puglia, le cui influenze culturali hanno dato vita al un modus vivendi del tutto particolare e dove l’unica a resistere è la tradizione popolare che da secoli detta le sue regole.

Fonte: ilmattino.it

Leggi tutto...

Benevento, potenziare la strada Fortorina per lo sviluppo delle aree interne

La strada Fortorina come possibilità di sviluppo economico e sociale delle zone interne. Ne hanno parlato nel corso di un convegno il sottosegretario al ministero delle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, il sindaco di Molinara Giuseppe Addabbo, il presidente della Provincia di Bevento Claudio Ricci e Paolo Nardocci, progettista e responsabile del procedimento dell'Anas per la "Fortorina" e per il raddoppio della "Telesina".
Presenti anche moltissimi sindaci e  amministratori del comprensorio, tra cui il presidente della Comunità montana del Fortore Spina, il consigliere provinciale Ruggiero, il presidente della Confindustria di Benevento Filippo Liverini e il direttore dell'Ance Ferraro.
Il sindaco di Molinara, Giuseppe Addabbo, ha puntato l'indice contro "una viabilità che è un muro contro il quale tutti i giorni noi andiamo a sbattere". Il sindaco ha anche contestato la qualità del Psr della Regione Campania che "non offre soluzioni al problema del dissesto idrogeologico emerso in tutta la sua gravità con l'alluvione del 2015": secondo il primo cittadino Addobbo  "la Fortorina, la strada di collegamento veloce tra Benevento e San Bartolomeo in Galdo, segna il disastro della politica". 
Il sottosegretario Del Basso De Caro ha ricordato che "la Fortorina è costata sino a oggi circa 175 milioni di euro; altrettanto ne sono disponibili nello Sblocca Italia e nel Contratto di programma tra Anas e Stato deliberato dal Cipe. Per questo asse di penetrazione, che non serve solo a collegare Benevento a San Bartolomeo ma anche tre regioni come Puglia, Molise, Campania attraverso le aree interne". 
De Caro ha anche sottolineato che la presenza all'incontro di Confindustria e Ance ha significato che il mondo dell'imprenditoria guarda con favore a questi investimenti sul territorio, soprattutto come partecipazione delle imprese locali all'economia del territorio. "Oggi per arrivare a San Marco dei Cavoti ci vogliono 15 minuti da Benevento - ha rimarcato De Caro -  e questo è sotto gli occhi di tutti. Noi vogliamo arrivare in altrettanti pochi minuti fino a Lucera."

Fonte: repubblica.it

 
Leggi tutto...

Dalla Fortorina alla piccola Fortorina

Dalla Fortorina alla piccola Fortorina. A parte il gioco di parole, il concetto espresso su Facebook dal consigliere provinciale Giuseppe Ruggiero è chiarissimo. Non c’è bisogno di girarci intorno. Siccome per completare l’agognata superstrada ci vogliono 468 milioni di euro e fino ad oggi ci sono di sicuro i 72 per la circonvallazione di San Marco e altri 103 milioni “da localizzare”, bisogna decidere cosa farne di quest'ultima cifra.
“Un’ipotesi praticabile - scrive il vicesindaco di Foiano - sarebbe quella di spendere 45 milioni di euro dal bivio per Molinara fino a Ponte Carboniera, quindi il valico di casone Cocca, un decina di milioni per migliorare il tratto Ponte Tre Luci/Sette Luci, e 48 milioni di euro per collegare la ex 369 all'altezza di Monaco Cereali nel territorio di San Bartolomeo, fino alla superstrada 17 nei pressi della galleria per Lucera. In questo modo avremmo risolto la problematica di Casone Cocca, avremmo un collegamento adeguato con San Bartolomeo e quest'ultimo finalmente non dipenderebbe più dalla viabilità comunale rappresentata dall'Amborchia”. Più chiaro di così si muore. E qualcuno obietterà: e il traforo? Semplice il traforo non si fa. D’altronde, l’abbiamo scritto non so quante volte che da San Marco a Sbig (i più giovani amano chiamare così San Bartolomeo) non esiste nessun progetto, né di massima né esecutivo. L’unico progetto esistente è quello del geometra Ziccardi. Ricordate il comitato dei sindaci per lanciare il progetto Ziccardi? E allora? E allora di sicuro - ripetiamo ancora una volta - c'è la variante di San Marco, dove è previsto l’avvio dei lavori del secondo stralcio del primo lotto alla fine o al massimo all'inizio dell’anno prossimo. Mentre per il primo stralcio (un altro pezzo della circonvallazione) siamo ancora in alto mar

A questo punto non resta che decidere come utilizzare al meglio i 103 milioni da "localizzare".

Fonte: Il blog di Antonio Bianco

Leggi tutto...

Comunali San Bartolomeo, prima uscita pubblica di Agostinelli. Stasera Buccione

di Leonardo Bianco

Giovedì sera prima uscita pubblica della lista San Bartolomeo 2.0. Il gruppo guidato dal candidato sindaco Carmine Agostinelli si è dato appuntamento presso un noto ristorante per presentarsi agli elettori e far conoscere gli aspiranti consiglieri comunali. 
Una lista che vede al su interno la presenza di 5 donne e 7 uomini. A turno i dodici candidati si sono presentati spiegando ai presenti, sala discretamente gremita, le motivazioni  della scelta di partecipare a questa tornata.
Le parole chiavi di tutti gli interventi sono state: normalità, impegno fiducia. Normalità e impegno sono state le parole che ha usato anche il candidato sindaco Carmine Agostinelli. “Riportare la nostra comunità alla normalità”. Queste le prime parole dell’aspirante primo cittadino.
Carmine Agostinelli ha voluto spiegare innanzitutto la scelta del nome. “2.0significa evoluzione, partecipazione, interazione, flussi continui di informazioni, crescita, sviluppo. San Bartolomeo 2.0  vuol dire una nuova comunità. Rappresenta il futuro, il futuro della nostra amata terra”.
“Il ponte rappresentato nel logo è il ponte Setteluci. Il ponte come passaggio ad una nuova fase. Ponte perché vogliamo costruire aperture e non muri che ostacolano il dialogo e la partecipazione”. “San Bartolomeo ha bisogno di enfatizzare le proprie peculiarità. Questo può avvenire solo attraverso realmente una prospettiva strategica. Questo territorio ha bisogno di rinegoziare la propria posizione in ogni contesto. Occorre capire soprattutto dove vogliamo andare e impegnarsi ad concentrare tutta la programmazione verso questi obiettivi. Conosciamo bene la situazione attuale del nostro ente, ma abbiamo bene in mente quali sono gli antidoti e le soluzioni praticabili”.
“Un programma chiaro e non enunciati” ha concluso Agostinelli che prima di congedare i presenti ha anche spiegato la presenza della  (cosiddetta) terza lista. “Un atto necessario per evitare il quorum previsto dalla legge in casa di presenza di una sola lista” ha affermato.
La campagna elettorale  dunque è entrata nel vivo e oggi toccherà alla lista di Alleanza Popolare. 
Il candidato sindaco Giovanni Buccione presenterà la sua squadra e ad aprire il comizio sarà Gianfranco Marcasciano, l’ex sindaco costretto a interrompere a metà percorso il suo mandato a causa dello scioglimento del consiglio comunale.
L’ex primo cittadino in questa tornata elettorale è rimasto fuori. E insieme a lui è rimasta fuori anche l’ex vicesindaco Lina Fiorilli. Un intervento che formalizza, a meno di smentite, l’appoggio al candidato Giovanni Buccione. D’altronde lo testimonia anche la cessione del simbolo da sempre legato alla figura di Gianfranco Marcasciano.
Dall’intervento dell’ex fascia tricolore di questa sera ci si aspettano chiarimenti rispetto a quanto accaduto la scorsa estate riguardo alle dimissioni di sette consiglieri tre dei quali appartenenti alla sua maggioranza.
Mentre delucidazioni si attendono in merito alla preparazione della stessa lista. Si è dovuto attendere l’ultimo momento per poter conoscere il candidato sindaco della lista di Alleanza Popolare e di conoscere la squadra che sostiene Giovanni Buccione.

Fonte: Il blog di Antonio Bianco

Leggi tutto...

Elezioni comunali, ecco le tre liste presentate a San Bartolomeo

Ci scusiamo con i lettori, ma entro le ore 12 di sabato sono state presentate tre liste e non due come avevamo scritto in un primo momento. La terza è stata presentata poco prima della scadenza dei termini

Lista San Bartolomeo 2.0

Candidato sindaco Carmine Agostinelli

Consiglieri: Carmela Barretta, Alessandra Boffa, Andreina Cifelli, Mariateresa Cilenti, Giacomo Falcone, Fulvio Ianiro, Massimiliano La Vecchia, Claudio Lupo, Salvatore Marcasciano, Lucia Nappa, Carmine Paradiso, Giovannino Pepe.

Lista Alleanza Popolare

Candidato sindaco Giovanni Buccione

Consiglieri: Aldo Pepe, Maria Bambina Monaco, Tonia Del Buono, Nicola Circelli, Michele Barbato, Giusy Delle Donne, Rosanna Ferro, Francesco Mongella, Vincenza Pepe.

Lista Civica 

Candidato sindaco Michele Circelli

Consiglieri: Filomena Agostinelli, Maria Grazia Agostinelli, Carmelina Baldino, Michelina Vinciguerra, Gianpiero Circelli, Giovanni Falcone, Giovanni Pacifico, Antonio Telegramma

Tuttavia, sulla terza lista di Michele Circelli si attende il giudizio della commissione elettorale in quanto è stata presenta un'istanza di ritiro da parte del delegato della lista stessa.  

 

Fonte: Il blog di Antonio Bianco

Leggi tutto...

Elezioni comunali, ecco le due liste presentate a San Bartolomeo

Entro le ore 12 di oggi sono state presentate le due liste in corsa per le elezioni comunali dell'11 giugno

Lista San Bartolomeo 2.0

Candidato sindaco Carmine Agostinelli

Consiglieri: Carmela Barretta, Alessandra Boffa, Andreina Cifelli, Mariateresa Cilenti, Giacomo Falcone, Fulvio Ianiro, Massimiliano La Vecchia, Claudio Lupo, Salvatore Marcasciano, Lucia Nappa, Carmine Paradiso, Giovannino Pepe.

Lista Alleanza Popolare

Candidato sindaco Giovanni Buccione

Consiglieri: Aldo Pepe, Maria Bambina Monaco, Tonia Del Buono, Nicola Circelli, Michele Barbato, Giusy Delle Donne, Rosanna Ferro, Francesco Mongella, Vincenza Pepe.

Fonte: il blog di Antonio Bianco

Leggi tutto...

San Bartolomeo, Carmine Agostinelli candidato sindaco. Per il resto è caos

di Leonardo Bianco

A sette giorni dalla presentazione delle candidature, il termine ultime per consegnare le liste è sabato 13 maggio ore dodici, a San Bartolomeo in Galdo regna una gran confusione. L’unica certezza è la candidatura di Carmine Agostinelli. Quarantenne, laureato, da qualche settimana presidente del collegio provinciale degli agrotecnici e direttore dell’Università popolare del Fortore, ente di formazione. 
La squadra di Agostinelli è pronta. Restano da definire solo i dettagli e stando ad alcune fonti la lista potrebbe essere consegnata con largo anticipo rispetto alla scadenza.
Ma se Agostinelli è lanciato spedito verso la corsa elettorale, c’è invece confusione sul fronte dei suoi possibili avversari. E’ di queste ore la notizia che circola in paese su un possibile passo indietro dell’ex sindaco Gianfranco Marcasciano.
L’ex primo cittadino sembra abbia deciso di non partecipare alla competizione elettorale. I motivi di una possibile rinuncia alla candidatura, secondo alcuni rumors, sarebbero le divergenze con la sua ex vicesindaca Lina Fiorilli.
Quest’ultima sembra sia intenzionata a correre per la carica di sindaco e starebbe lavorando alla costruzione di una lista.
Al momento resterebbero fuori dai giochi, ma siamo nel campo delle ipostesi, l’imprenditore Franco Mongella e l’avvocato Erminio Pacifico.
Mancano sette giorni alla scadenza della presentazione delle liste e dunque l’unica certezza è la candidatura di Carmine Agostinelli. Per il resto si naviga nel campo delle ipotesi e fino a mezzogiorno di sabato prossimo tutto può succedere. Non ci resta che attendere.

Fonte: il blog di Antonio Bianco

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
×

Resta connesso!

Ricevi per primo le notifiche dei nostri aggiornamenti.

Leggi le nostre Privacy Policy & Termini di Utilizzo
Puoi cancellarti in qualsiasi momento