itsqenfifrdeganoruessvzu

San Bartolomeo in Galdo: il sindaco è Agostinelli

San Bartolomeo in Galdo: il sindaco è Agostinelli

Carmine Agostinelli è il nuovo sindaco di S. Bartolomeo in Galdo. Con uno scarto di circa 550 voti il figlio dell’ex sindaco Donato, ha avuto la meglio su Giovanni Buccione. Agostinelli con la sua lista S. Bartolomeo 2.0 si riparte, ha ottenuto 1767, contro i 1218 della lista Alleanza Popolare. Due compagini che si sono contesi una campagna elettorale a tratti al vetriolo anche se sembrava essere iniziata sotto il segno della concordia. Forse Buccione paga lo scotto di aver formato una lista di soli 9 candidati, lasciando un buon margine di vantaggio ad Agostinelli che invece è apparso sin da subito più organizzato. Una campagna elettorale che ha letteralmente spaccato in due l’elettorato tornato alle urne anzi tempo con il comune commissariato. Con la sua squadra di giovani alla prima esperienza politica ed ex amministratori, la lista S. Bartolomeo 2.0 ha improntato il suo confronto proponendo la svolta al modo tradizionale di amministrare, mettendo in primo piano informatica, formazione e professionalità con quel pizzico di esperienza che non guasta e che ha dimostrato di essere determinante in termini di vittoria elettorale, vedi il risultato del candidato Giovannino Pepe, con i suoi 393 voti e la sua esperienza di ex amministratore . L’umore che serpeggia è quello tipicamente del dopo elezioni, in paese si commenta il voto e molti risultati si sa, inaspettati, alimentano dubbi e stimolano la fantasia dei tanti oracoli del giorno prima tra i numerosi capannelli di piazza. Si possono intuire le fallite e possibili convergenze politiche, di chi ha perso, le nuove amicizie e nuove inimicizie, sodalizi che si rompono e rapporti che si intensificano. Oggi ci sarà la proclamazione del vincitore e la festa, iniziata già allo scoccare della mezzanotte tra domenica e lunedì sicuramente continuerà nei giorni a seguire. Carmine Agostinelli sarà il sindaco più giovane di S. Bartolomeo, quel paese situato sul crocevia di tre regioni Campania, Molise e Puglia, le cui influenze culturali hanno dato vita al un modus vivendi del tutto particolare e dove l’unica a resistere è la tradizione popolare che da secoli detta le sue regole.

Fonte: ilmattino.it

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto
×

Resta connesso!

Ricevi per primo le notifiche dei nostri aggiornamenti.

Leggi le nostre Privacy Policy & Termini di Utilizzo
Puoi cancellarti in qualsiasi momento