itsqenfifrdeganoruessvzu

Sulle orme dei vecchi pellegrini. San Bartolomeo in Galdo – Monte Sant’Angelo. In evidenza

Sulle orme dei vecchi pellegrini. San Bartolomeo in Galdo – Monte Sant’Angelo.

Racconto di un pellegrino

Sulle orme dei vecchi pellegrini. SBiG – Monte Sant’Angelo.


Mia nonna è partita nel 1937, aveva sedici anni e ricorda di aver impiegato 8 giorni per raggiungere la Grotta e tornare.
È sempre stato un mio desiderio quello di riempire lo zaino, legare il sacco a pelo e con bordone e piuma partire da SBiG alla volta del Gargano. Ho aspettato anni per farlo. Ho percorso le strade spagnole sulla via di Santiago di Compostela, ho percorso l’appennino tosco-umbro sui passi di San Francesco, ho percorso le valli reatine, i Monti Simbruini sulle orme di San Benedetto, mi mancava però, il pellegrinaggio più importante, quello michaelita. Il nostro pellegrinaggio, dimenticato dalle popolazioni, ma confido che prima o poi qualche uomo di chiesa di buona volontà riprenderà.
Decido di partire a fine luglio, le giornate non sono eccessivamente calde, le previsioni metereologiche prevedono cielo sereno per alcuni giorni. L’ideale per percorrere i quasi 130 chilometri che ci separano dalla grotta dell’Angelo.