Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

L’immobile sarà destinato a Museo di Castelmagno e degli insediamenti medievali fortorini. La ristrutturazione dell’edificio costerà circa 840mila euro e sarà finanziata con fondi Por.

La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo degli interventi di ristrutturazione dell’edificio, sito in Via L. Bianchi di San Bartolomeo in Galdo, di proprietà degli eredi Bibbò, da destinare a Museo di Castelmagno e degli insediamenti antichi medievali del Fortore. La progettazione è stata redatta dall’arch. Giuseppe Ricciardi e dall’ing. Emilio Colloca e presenta un importo complessivo di 839.496,55 euro così distinto: 358.154,40 euro importo complessivo lavori di cui 343.828,22 euro per lavori a base d’asta soggetto a ribasso e 14.326,18 euro per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso; 481.342,15 euro per spese progettazione e direzione lavori, per accertamenti e relazione geologica, coordinamento sicurezza, collaudi, Iva, imprevisti, acquisizione aree o immobili. L’Esecutivo ha formalizzato l’incarico per la perizia geologica, già elaborata ed annessa al progetto approvato, in favore del geologo Angelo Monaco, precisando che le relative competenze professionali, sono previste nel quadro economico del progetto, da finanziarsi con i fondi POR. Il geologo è stato invitato a sottoscrivere il contratto di prestazione d’opera unitamente ai progettisti incaricati, in conformità dello schema varato con determina dirigenziale n.17/05, precisando che qualora l’opera non venga finanziata, allo stesso professionista sarà corrisposto un compenso forfetario di 300,00 euro quale rimborso spese e compenso minimo, con imputazione della spesa al cap.1116 del Bilancio di previsione 2005. Copia dell’atto con gli elaborati progettuali è stata trasmessa alla Regione Campania, in ottemperanza a quanto richiesto dalla stessa Regione con nota del 31/03/05. È stato dato atto che la spesa per l’attuazione del progetto è fronteggiata con i fondi POR Campania 2000/2006-Asse II-Misura 2.1 – nell’ambito del Progetto Integrato Itinerario Culturale “Regio Tratturo Benevento”, all’interno del tetto delle relative delibere di Giunta regionale del 2002 e del 2004, come da impegno programmatico assunto con delibera del 16 gennaio 2004. L’adozione dell’atto è stata comunicata ai Capigruppo consiliari, contestualmente all’affissione all’Albo Pretorio comunale. Per la cronaca, si ricorda che il progetto preliminare dei menzionati interventi era stato approvato dalla Giunta nel 2004 a fine novembre, che previo espletamento della gara ad evidenza pubblica, con determina dirigenziale del 18 gennaio scorso erano stati conferiti gli incarichi ai progettisti. In base ad una delibera consiliare di fine marzo, con la quale era stato approvato in uno con il Bilancio di previsione 2005, l’elenco annuale ed il programma triennale delle Opere Pubbliche 2005/2007, era compresa pure l’opera già citata. Sul progetto, in ordine alla regolarità tecnica contabile, sono stati espressi i pareri favorevoli del responsabile del procedimento, arch. Fabiano Reino dell’Ufficio tecnico comunale, e in ordine alla regolarità contabile quello del responsabile di ragioneria, rag. Errico Pizzi.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”