Categoria: Storia

La cripta della Chiesa Nuova

La costruzione della Chiesa Nuova principiò nel 1740. I Confratelli fino ad allora riunitisi nella cripta della chiesa badiale, aumentati di numero, chiesero all’Universitas (Comune) di San Bartolomeo un luogo ove poter costruire una loro chiesa. Seppur con molta reticenza l’Universitas concesse alla Confraternita la possibilità di costruire la chiesa nel luogo ove sorgeva il cimitero, purché i confratelli si impegnassero a costruire un altro camposanto fuori la porta di San Vito. Il nuovo cimitero fu costruito con le maestranze dei confratelli i quali trasportarono le pietre, l’arena, la calce. Ciò che non si poté trasportare, furono le ossa...

Read More

La chiesa Madre

La nostra “chiesa madre” che con il suo campanile-torre, simbolo del paese, si erge maestosa in corso Roma al civico numero 1. Fungeva da cattedrale sin dal 1332, cioè da quando i vescovi della diocesi di Volturara vi trasferirono di fatto la loro sede, edificandovi successivamente anche il palazzo vescovile tuttora esistente. A quei tempi, dunque, secondo la tradizione religiosa esistevano due chiese: quella parrocchiale eretta nel 1330 dall’abate Nicola da Ferrazzano (sui resti di un’antica cappella del 1277), restaurata dopo il terremoto del 1456 grazie all’abate commendatario Domenico di Lagonissa arcivescovo di Rossano (altri Rossana, ndr), e quella...

Read More

Breve storia della ex SS. 369

Breve storia della ex SS. 369…Nelle stanze del palazzo reale di Torino, si discuteva sulla riuscita della spedizione garibaldina a Marsala. Se inglesi e francesi, nonché il servizio segreto piemontese avevano svolto bene il proprio lavoro, il Sud poteva essere conquistato, altrimenti il Nizzardo con un orecchio solo sarebbe finito sulle antologie come decantatore di Marsala, e l’incipit della poesia sarebbe stato: Eran 1000, erano giovani e forti e sono morti. Cavour era fiducioso sulla riuscita dell’impresa, gli inglesi erano forti e avevano molti interessi, pertanto, da fine statista quale era, pensava al modo di unire quella parte d’Italia...

Read More

Sanbartolomeo 1832: l’Universitas ricorre contro la chiusura del Seminario

Un paese che non si ricorda del proprio passato è un paese senza futuro (Indro Montanelli) Sanbartolomeo 1832: l’Universitas ricorre contro la chiusura del Seminario Un seminario che “pel corso di 34 anni fu di profitto alla gioventù anche di remoti Paesi, di gloria al Sovrano, che l’avea fondato, d’ornamento alla patria de’ Ricorrenti, e d’invidia alle Provincie vicine, ed alle Cattedrali prive di Seminario, o di nulla fama; un sol Vescovo di Lucera distrusse arbitrariamente in un colpo, cui i Concilj, ed i Canoni della Chiesa danno la denominazione di Excessus Episcoporum”. … Fin dal XIV secolo la...

Read More

Don Clemente Arricale, meridionalista! Conclusione

A tre anni dal terremoto del 1962, non era stata ricostruita una sola casa. Quelle dichiarate inabitabili dal Genio Civile erano state rioccupate dagli sfrattati. L’edilizia popolare, in auge negli anni ’60 in Italia, a San Bartolomeo contava un solo edificio con sei appartamenti. I lavori per la costruzione dell’ospedale, interrotti dopo il terremoto, non erano ancora ripresi, e noi sappiamo che a oggi continuano ancora, come una moderna tela di Penelope, drenando soldi pubblici e mortificando le popolazioni della Valfortore. La lucidità di analisi e la lungimiranza di don Clemente sono mirabili. È impietoso verso lo Stato, ma...

Read More

Archivi

Categorie

in Agenda

  1. Pol. Fortore vs Matrice

    24 gennaio @ 14:30 - 16:30
Stazione Meteo Villa Comunale
24 gennaio 2018, 08:42
4.0
°C
1029.0
hPa
88
%
0
UV
5
km/h
0.0
mm
250
m
2.2
°C
2.9
giweather wordpress widget

Farmacia di Turno

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com