Categoria: Politica

Elezioni: 10 proposte per i Piccoli Comuni

Certo le aree interne del Sud risentono del deficit di cittadinanza di quell’intero pezzo di paese. Ma non è questione specifica di quei luoghi. Esiste invece, all’interno del Sud, il problema di una vasta area a cavallo fra Campania, Basilicata e Puglia dove le masse finanziarie investite negli anni da errate politiche rendono particolarmente difficile l’uscita dal vecchio mondo. Anche su questo avremmo bisogno che la politica nazionale si misurasse.

Read More

Archivi

Categorie

Stazione Meteo Villa Comunale
20 ottobre 2018, 06:01
12.8
°C
1034.8
hPa
93
%
-1
UV
0
km/h
0.0
mm
140
m
11.7
°C
giweather wordpress widget

Farmacia di Turno

  • calendario non aggiornato

Pollice Verde

  • LAVORI DEL MESE. Continuate nell’imbianchimento di finocchi, indivie, radicchi, porri, sedani, cardi. Custodite le piantine interrate nei mesi di agosto e settembre, senza far mancare rincalzi e protezioni. Man mano che le colture esauriscono il loro ciclo, liberate i terreni concimando e arando. Raccogliete le noci e riponetele in ambiente fresco e arieggiato. Le castagne potete conservarle in congelatore, previa incisione. Procedete ai nuovi impianti di viti, olivi, alberi da frutto e piante ornamentali. Riattivate gli impianti di copertura.
    ORTO. Oltre a quanto detto sopra, fate attenzione a non farvi sorprendere impreparati dalle prime brinate, specialmente per i finocchi: rincalzateli e copriteli per tempo. Semine e trapianti in terreno aperto: lattughe da taglio, cicorie, valeriana, fave e piselli; cipolle, aglio, porri e scalogni. Semine e trapianti in ambiente protetto: lattughe, cicorie, spinaci, prezzemolo, finocchi.
    GIARDINO. Riponete i bulbi che hanno concluso la fioritura estiva e interrate quelli a fioritura primaverile. Cominciate a riporre in ambiente protetto le piante in vaso da esterno. Fate talee e margotte. Continuate a preparare terreni e terricci.
    VIGNA E CANTINA. Dopo la vendemmia, la vigna va in riposo. In cantina seguite la fermentazione del vino nuovo. Alcuni consigli importanti: non fate bollire il mosto vicino a contenitori di vino vecchio; mantenete per tutto il tempo della fermentazione una temperatura compresa tra i 17 e i 22 °C. Evitate al mosto prima e al vino poi, ogni inutile contatto con l’aria; colmate spesso i recipienti; eseguite il primo travaso appena finita la grande ebollizione. Giorni utili per i travasi: dal 1° al 9 e dal 24 al 31 Ottobre.
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com