Puoi leggerlo in circa 1 minuto :::

Era scivolata Pasqualina Gallo di 80 anni davanti alla propria abitazione a causa di una lastra di ghiaccio, aveva riportato fratture, poi è deceduta in ospedale.

Il ghiaccio si era formato per le bassissime temperature che si stanno avendo in special modo durante le ore notturne in questi ultimi giorni, soprattutto dopo l’abbondante nevicata di giovedì scorso che ha interessato l’intero territorio della provincia sannita creando un pò ovunque difficoltà di ogni genere. La donna immediatamente era stata soccorsa e, quindi, era stata trasportata con la massima urgenza presso l’ospedale civile di San Severo in provincia di Foggia. I sanitari di turno le avevano riscontrato la frattura del femore ed anche un trauma cranico, oltre a ferite ed escoriazioni in varie parti del corpo. Sembrava che tutto si fosse poi risolto con le cure occorrenti, ma sono sopraggiunte complicazioni ed è morta nel letto dello stesso ospedale dopo circa ventiquattro ore dall’incidente. Pasqualina Gallo è stata, dunque, la più sfortunata degli anziani che venerdì scorso proprio a causa della formazione di ghiaccio su strade e marciapiedi sono caduti. Ma anche Angelo Lo Storto, è stato sottoposto ad una operazione chirurgica, presso il nosocomio di Foggia, per aver riportato una frattura scomposta alla tibia e perone, dopo la rovinosa caduta sul ghiaccio formatosi sulla piazzetta che si trova proprio antistante il municipio. Un triste bilancio di questa maxi nevicata che come questa volta possono sfociare anche in drammi.

di C.A. da “Il Mattino”