Anche un carabiniere in servizio nella Val Fortore impegnato nella missione “Antica Babilonia” in IRAQ.

Doppio “colpo” dei militari dell’Italian Combined Joint Task Force Iraq nel contrasto alla criminalità organizzata e ai gruppi potenzialmente ostili della provincia di Dhi Qar. Il 15 settembre 2004 i genieri della Task Force Piave, hanno rinvenuto messo in sicurezza e recuperato 10 missili controcarro At 3 e 3 antiaereo Sa 7, congegni di sparo e casse di munizioni di fabbricazione sovietica. Mentre i carabinieri MSU (Multinational Specialized Unit) e Military Police, in collaborazione con la nuova Polizia Irachena hanno condotto un’operazione che ha portato al ritrovamento e al sequestro, nelle vicinanze della base Italiana, di numerose armi da fuoco, tra le quali 2 lanciarazzi anticarro Rpg 7 e un mortaio da 60 mm, oltre all’arresto di 15 uomini. Tale operazione è stata il coronamento di due mesi di indagini, intraprese per neutralizzare il sequestro a mano armata e il traffico di auto rubate sull’autostrada Baghdad – Bassora e il commercio illegale di armi e materiale bellico. Tra il materiale sequestrato anche 7 mitragliatori Kalashnikov, 3 mitragliatrici, 4 fucili Hk G3 preda bellica iraniana, 3 moschetti, un fucile da cecchino e numerose munizioni. A testimonianza di tutto ciò, si trova in quel teatro di operazioni il Maresciallo Capo Mario GUERRA, comandante del Nucleo Comando della Compagnia CC di San Bartolomeo in Galdo da quasi dieci anni, e che dal corrente mese di luglio è entrato a far parte della Task Force del Reggimento Carabinieri MSU (Multinational Specialized Unit), di cui fanno parte Carabinieri, Portoghesi e Rumeni. Precedentemente a questa missione il Maresciallo Capo GUERRA ha partecipato nell’anno 2002 ad un altra missione nei Balcani tra cui quella della KFOR – M.S.U. del Kosovo con sede in Pristina. Al Maresciallo Capo Mario GUERRA rivolgiamo i migliori auguri di un felice ritorno in patria per abbracciare la propria famiglia abitante in San Bartolomeo in Galdo, composta dalla moglie Ippolita e dai due amatissimi figli Nicla e Loris.

di Vitangelo Pepe