Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::
ImageVa a tredici comuni della Provincia di Benevento la fetta più consistente di fondi regionali per promuovere la formazione dei Piani Urbanistici Comunali (Puc) e dei Regolamenti Edilizi (Ruec). L’iniziativa è volta ad incentivare l’elaborazione degli strumenti urbanistici nei che non possiedono ancora piani regolatori generali e hanno una popolazione non superiore ai diecimila abitanti. E’ stata premiata la volontà di ricorrere alla pianificazione associata intercomunale. L’importo complessivo della misura è pari a 840 mila euro. I comuni “virtuosi” sono tutti del comprensorio fortorino ed hanno raccolto complessivamente quasi 300 mila euro.

Una buona fetta di risorse per promuovere la pianificazione urbanistica del territorio è stata assegnata ad alcuni virtuosi comuni della Provincia di Benevento. Il Settore Urbanistica della Regione Campania, con una misura pubblicata sul Burc numero 54 del 4 dicembre, ha concesso contributi ai comuni per un importo complessivo di 840 mila euro allo scopo di promuovere la formazione dei Piani Urbanistici Comunali (Puc) e dei Regolamenti Edilizi (Ruec), secondo quanto disposto dalla legge regionale 16/2004 “Norme su governo del territorio”.
L’iniziativa è volta ad incentivare l’elaborazione degli strumenti urbanistici nei Comuni dotati di almeno due dei seguenti requisiti: la mancanza di piani regolatori generali, una popolazione non superiore ai diecimila abitanti e l’espressa volontà di ricorrere alla pianificazione associata intercomunale. In seguito all’istruttoria effettuata dagli “sportelli provinciali per l’auditing territoriale”, presso il Settore Urbanistica della Regione Campania, tra i circa 200 comuni che hanno presentato richiesta di contributo, ne sono risultati idonei 45, molti dei quali associati tra loro.
Particolarmente significativo è il caso di 13 comuni della Provincia di Benevento che hanno deciso di procedere alla pianificazione associata intercomunale, raccogliendo complessivamente quasi 300 mila euro di contributi, comprensivi di circa 70 mila euro già concessi ai sensi della legge regionale 62/1978. I comuni “premiti” sono del comprensorio fortorino e sono i seguenti: Baselice, Campolattaro, Castelpagano, Castelvetere, Circello, Colle Sannita, Foiano di Val Fortore, Molinara, Pesco Sannita, Reino, San Bartolomeo in Galdo, San Marco dei Cavoti, Santa Croce del Sannio. La liquidazione ed il pagamento dei contributi concessi ai comuni assegnatari avverrà con successivi decreti del dirigente del Settore Urbanistica, ad ultimazione delle istruttorie svolte dai “comitati di auditing territoriale” e con le modalità previste dalla intesa istituzionale sottoscritta tra l’Assessore della Regione e gli Assessori all’Urbanistica delle cinque Province.


La ripartizione dei contributi ai Comuni del Fortore
Comuni associati contributo
Baselice 29.200,58
Campolattaro 23.568,45
Castelpagano 13.887,51
Castelvetere 26.144,39
Circello 22.509,06
Colle Sannita 20.409,21
Foiano di Val Fortore 13.120,28
Comuni associati contributo
Molinara 16.504,46
Pesco Sannita 30.103,11
Reino 20.968,12
San Bartolomeo in Galdo 29.820,94
San Marco dei Cavoti 35.422,47
Santa Croce del Sannio 10.572,23
Totale 292.230,81

 

 da "Il Denaro"