Il decreto legislativo n° 112/98 e il successivo DPR n° 447/98 obbligano i Comuni (anche sotto forma di associazioni) ad istituire lo sportello Unico per le Attività Produttive (per brevità SUAP).

Lo Sportello Unico rappresenta la struttura attraverso cui il Comune svolge le funzioni amministrative (realizzazione, ampliamento, cessazione, riattivazione, localizzazione e rilocalizzazione degli impianti produttivi rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie) e di supporto informativo (raccolta e diffusione delle informazioni relative all’insediamento e allo svolgimento delle attività produttive sul territorio, alle agevolazioni contributive e fiscali, ai finanziamenti, ai fondi comunitari, agli iter procedurali da seguire, ecc…) attribuitegli dalla legge.
Lo Sportello Unico, quindi, si configura quale punto di “contatto privilegiato” con la Pubblica Amministrazione, a cui le imprese (artigiane, industriali, commerciali, agricole, ecc…) possono rivolgersi gratuitamente (anche in via telematica) per reperire tutte le informazioni utili ed ottenere tutte le autorizzazioni necessarie allo svolgimento delle proprie attività.
Lo sviluppo economico e quindi quello occupazionale passa anche attraverso l’erogazione dei servizi ai soggetti che devono poi concretamente realizzarli: le aziende. Per raggiungere questi obiettivi la legge suggerisce di predisporre un “archivio informatico”, consultabile gratuitamente dalle imprese, contenente i dati sulle domande di autorizzazione ed il relativo stato di avanzamento delle pratiche, gli adempimenti necessari per le procedure autorizzatorie e tutte le informazioni disponibili a livello regionale, anche quelle relative ad iniziative promozionali (Marketing territoriale). Lo Sportello Unico si configura, quindi, anche come fonte di informazioni sul territorio (mercato, manodopera, condizioni tecniche, spazio industriale e mercato immobiliare, ambiente imprenditoriale, condizioni normative, economiche e sociali, ecc…) consentendo di innescare un processo di sviluppo delle imprese presenti sul territorio e di attrazione di nuove attività industriali, anche esterne al territorio stesso. Lo Sportello Unico del comune di San Bartolomeo è di fatto “aperto” ed è inserito in quello del comprensorio di Benevento, ma ad oggi non si conoscono risultati puntuali ed attività.
Data l’importanza e l’efficacia del SUAP occorre potenziare realmente questo servizio/strumento per agevolare al meglio le attività imprenditoriali presenti sul territorio della valle del Fortore.

Dott. Ing. Guerino Giuseppe Groppoli