Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

In occasione del quarantesimo anniversario di fondazione dell’UNITALSI e della consegna del labaro al Gruppo dello stesso movimento di San Bartolomeo in Galdo, il paese ha ricevuto il simulacro della Madonna di Lourdes che sosterà nella Chiesa Madre sino a martedì 12 ottobre.

Questo il programma stilato dal parroco mons. Franco Iampietro e dalla responsabile locale dell’UNITALSI Roberta Russo:

Domenica
alle 18.00 di oggi l’accoglienza da parte dei cittadini e dei sacerdoti della statua della Madonna all’incrocio della Variante con Via Torre; seguirà la processione aux flamboux sino alla Parrocchia di San Bartolomeo Apostolo;
alle 19.00 sarà celebrata una Santa Messa ed avverrà la consegna del labaro da parte del Presidente dell’UNITALSI di Benevento al Gruppo di San Bartolomeo in Galdo; dalle 21.00 alle 24.00 ci sarà la veglia mariana.

Lunedì
alle 7.30 si inizierà con un incontro di preghiera per gli studenti;
dalle 8.00 alle 11.00 preghiere personali;
alle 11.30 sarà celebrata una Messa per chiedere la guarigione dei malati;
alle 12.00 è prevista la recita dell’Angelo;
dalle 16.00 alle 18.00 vi saranno le confessioni;
alle 19.30 ancora la celebrazione di una Santa Messa;
alle 20.00 ci sarà la liturgia dell’acqua;
alle 21.00 sarà volta del Rosario;
alle 24.00 ci sarà l’ora di adorazione per i volontari ed i simpatizzanti UNITALSI.

Martedì
12, dalle 7.30 alle 11.30 ci saranno le preghiere personali;
alle 11.30 la celebrazione di una Messa e la consacrazione della Parrocchia alla Madonna;
alle 12.00 la recita dell’Angelo e i saluti alla Madonna.

La Madonna di Lourdes ha tantissimi fedeli nel mondo. L’11 febbraio del 1858, come si ricorderà, ella apparve ad una fanciulla quattordicenne, Bernadette Soubirous, recatasi con una sorellina ed un’amica a raccogliere legna nei pressi della grotta di Massabielle, sulle rive del Gave. L’apparizione alla sola Bernadette si ripeté per altre sedici volte. In un’apparizione la Madonna le disse “Io sono l’Immacolata Concezione” ed espresse il desiderio che in quel luogo fosse costruita una cappella in suo onore. Comandò alla fanciulla di bere alla fonte, di cui allora nessuno conosceva l’esistenza, e che scaturì sotto le mani di Bernadette quando cominciò a scavare la terra davanti alla grotta. La Chiesa, in seguito, riconobbe la veridicità delle apparizioni. Nel 1871 fu costruita la Basilica dell’Immacolata Concezione; nel 1901 fu consacrata un’altra Basilica sotterranea, detta del Rosario. Numerosi miracoli si sono verificati presso la grotta.

da “Il Sannio Quotidiano”