Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Al professore Assini e all’architetto Bove anche il compito di adeguare gli strumenti urbanistici. I professionisti forniranno consulenza tecnica agli amministratori e chiarimenti ai cittadini in incontri pubblici.

La Giunta comunale ha conferito l’incarico professionale per l’elaborazione del Piano Regolatore Generale (P.R.G.) e per l’adeguamento degli strumenti urbanistici esecutivi comunali al prof. Nicola Assini, capogruppo coordinatore, e all’architetto Francesco Bove. Pertanto è stato approvato uno schema allegato al contratto di prestazione d’opera intellettuale, da stipularsi con i menzionati professionisti, che forma parte integrante e sostanziale dell’atto. Il compenso stabilito è di Euro 48 mila da ripartirsi in parti uguali tra i tecnici, oltre Inarcassa ed IVA e, quindi, pari ad Euro 59.040,00 ed oltre Euro 14.400,00 a titolo di rimborso forfetario che sarà utilizzato dal Capogruppo. Il totale complessivo, infine, è di Euro 73.440,00. L’Esecutivo, inoltre, ha stabilito che il pagamento del compenso dovuto e del rimborso forfetario avverrà secondo le proporzioni e scadenze indicate: anticipazione del 10% entro un mese dal conferimento dell’incarico; 40% entro un mese dal deposito della proposta di piano con i relativi adeguamenti degli strumenti esecutivi; 30% entro un mese dall’approvazione da parte del Consiglio comunale delle proposte urbanistiche definitive; 20% entro un mese dall’approvazione dello strumento urbanistico. L’Ufficio di ragioneria è stato autorizzato ad imputare la spesa di Euro 7.344,00 (pari al 10%), vista la disponibilità, al capitolo 3.260, art.2 del Bilancio 2004 (Legge Bucalossi), trattandosi di una prestazione intellettuale riguardante strettamente la gestione del territorio, propedeutico all’incasso dei contributi degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, per cui tale spesa trova allocazione al citato capitolo che offre sufficiente disponibilità. L’Esecutivo ha stabilito che provvederà al reperimento dei fondi necessari da iscrivere nel documento finanziario 2005 secondo le indicazioni che saranno dettate all’atto della stesura dello schema di Bilancio del prossimo anno, autorizzando l’Ufficio di ragioneria a prevedere su apposito capitolo la somma di Euro 51.408,00, pari al 30% e 40%. Infine, la Giunta ha stabilito di reperire altri fondi necessari da iscrivere nel Bilancio 2006, autorizzando l’Ufficio di ragioneria a prevedere la somma di Euro 14.688,00, pari al 20%. Lo schema di prestazione d’opera, in particolare, prevede: la pianificazione urbanistica generale dell’intero territorio comunale; il raccordo della pianificazione comunale con i piani di coordinamento territoriale della Provincia di Benevento e della Regione Campania; l’adeguamento dei piani esecutivi quali piano per gli insediamenti produttivi, piano artigianale e commerciale, piani di recupero del centro storico, programma di riqualificazione urbana ai contenuti del nuovo P.R.G.; ed il Regolamento edilizio. L’Amministrazione civica è tenuta a fornire ai tecnici incaricati tutto il materiale cartografico, topografico e catastale aggiornato e necessario, comprensivo della documentazione relativa ai caratteri geologici, idrogeologici e naturali del territorio. I professionisti incaricati sono tenuti, altresì, a fornire consulenza e chiarimenti presso la sede del Comune, nelle circostanze della presentazione delle bozze degli strumenti urbanistici, agli Amministratori comunali e, in occasione di incontri pubblici, ai cittadini. Il lavoro cartografico preparatorio in precedenza elaborato dall’architetto Bove, sulla base di precedenti incarichi esauriti, potrà essere utilizzato per l’elaborazione del P.R.G. senza ulteriori oneri a carico dell’Ente civico. L’incarico dovrà essere espletato in dodici mesi.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”