Riaprono i cantieri dopo il cattivo tempo dei giorni scorsi.

Dopo le pessime condizioni meteo dei giorni scorsi, che hanno tenuto il territorio fortorino sotto una consistente coltre di neve, è riapparso il sole e la temperatura è aumentata. Ora potranno riaprire i cantieri di lavoro che, per causa neve, erano stati sospesi. Ve ne sono anche tanti altri in programmazione che attendono il via. Tra le opere da iniziare, ricordiamo: i lavori per la messa in opera della rete di metanizzazione nei vicoli dove non ancora è stata realizzata (tantissime famiglie usufruiscono del liquido azzurrò già da tempo). Intanto, sono stati ripresi i lavori per la ristrutturazione dell’ex Pretura di via Costa, adibita a scuola materna (da alcuni anni i bambini vengono ospitati nell’edificio scolastico delle elementari situato nella medesima strada, distante una centinaio di metri). Erano state appena installate le impalcature intorno all’edificio della ex Pretura dalla Ditta che dovrà eseguire i lavori, quando si sono avute le precipitazioni nevose e, giocoforza, la ristrutturazione non ha potuto aver luogo. Si spera, ora, che l’opera possa essere portata a termine in tempi brevi. Col prossimo anno scolastico i bambini della materna potranno ritornare nel loro edificio. Il menzionato immobile aveva subito dei danni sismici. Tre tecnici nominati dalla precedente Amministrazione civica verificarono dei danni all’edificio, specialmente a valle per il depauperamento del materiale usato quando fu costruito. Allora non era ancora prevista la costruzione antisismica. E così, la struttura dovrà essere risanata ed adeguata alle norme di sicurezza. La spesa è di circa 200mila euro. Si aspetta il finanziamento della Regione Campania per la sistemazione degli spazi esterni all’immobile del Cinema-teatro ed anche per il completamento dell’arredo interno con le relative attrezzature. E’ da auspicare che un giorno non lontanissimo, nel Cinema-teatro si possano avere delle manifestazioni culturali. C’è da ampliare il nuovo PIP con verde attrezzato e parcheggio, Inoltre, bisognerà realizzare la copertura della tribuna ovest del Campo sportivo comunale e collaudare la stessa gradinata. Ci sono da sistemare: le zone Sannio; completare l’edificio scolastico di rione Ianziti e riparare alcune aule della scuola media “L.Bianchi di via Torre, chiuse da alcuni anni perché pericolanti. Bisognerà recuperare e riqualificare il Centro storico. Infine, ci sono da ripristinare le strade interpoderali che hanno subito enormi danni. Tante di esse sono interrotte. Il Comune ha chiesto , come si ricorderà, a chi di dovere il riconoscimento dello stato di calamità naturale per tutto il territorio. Occorrerà un finanziamento straordinario per il ripristino delle strade ed i dissesti idrogeologici.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”