Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Sui Monti Dauni settentrionali, tra Volturara Appula e San Bartolomeo in Galdo, c’è una strada che negli ultimi anni da mulattiera è diventata un’arteria vitale per le popolazioni della Valle del Fortore: è la strada comunale dell’Amborchia, tre chilometri di saliscendi che permettono soprattutto agli abitanti di San Bartolomeo, Baselice, Foiano e Castelvetere, tutti comuni del Sannio, di raggiungere in cinque minuti la statale 17 Foggia-Cambobasso e ritrovarsi a pochi chilometri da località importanti come Lucera che per questi centri è il naturale punto di riferimento non solo commerciale ma anche sanitario.

Purtroppo questa bretella, ricadente quasi tutta nel territorio di Volturara, è in condizioni pietose a causa di smottamenti, buche, frane e avvallamenti, tanto da indurre il sindaco Leonardo Russo a volerla chiudere al traffico per motivi di sicurezza. “Ci sono seri problemi per la pubblica incolumità La strada è interessata da numerose frane, dal dissesto idrogeologico e nonostante i numerosi sos, nessuno si è mai interessato. Ho già firmato un’ordinanza che vieta il transito ai mezzi pesanti superiori a 12 tonnellate, ma i tir continuano tranquillamente a percorrerla, e alcuni autotrasportatori sapete cosa mi hanno risposto? Preferiamo pagare il verbale e non distruggere i nostri mezzi”. Infatti l’alternativa alla strada dell’Amborchia si chiama sp 135 bis, l’ex ss 369 Appulo-Fortorina, decisamente più lunga e quasi tutta impercorribile. “Sono anni – aggiunge il sindaco di Volturara – che stiamo chiedendo alla Provincia di Foggia di intervenire, ma questi signori non si degnano nemmeno di rispondere. Siamo abbandonati da tutti e da tutto. Adesso li aspetto al varco l’8 gennaio quando ci chiederanno di andare a Foggia a votare per il rinnovo del consiglio provinciale. Se lo possono dimenticare, e con la nostra amministrazione non andranno a votare anche quelle dei comuni di questa parte di Capitanata che non hanno mai ottenuto nulla da Foggia”. 

Russo è quindi deciso a chiudere la sc Amborchia. “Nei prossimi giorni incontrerò il commissario prefettizio di San Bartolomeo in Galdo e prenderemo insieme questa decisione, ma potete scriverlo, sono convinto più che mai a firmare l’ordinanza di chiusura. Devo tutelare la salute di percorre ogni giorno questa arteria, non posso assumermi responsabilità”. 

I due Comuni interessati San Bartolomeo in Galdo e Volturara Appula sono intervenuti per transennare quella parte di strada, interessata dalla frana, in attesa di un intervento risolutivo. Sulla vicenda è internuta anche il vice sindaco di San Bartolomeo in Galdo, Lina Fiorilli.

“Una strada di vitale importanza per i cittadini del Fortore che quotidianamente percorrono l’Amborchia per giungere a Foggia e Campobasso e agli alunni di Volturara di frequentare le scuole di S.Bartolomeo,  che permette di raggiungere in pochi minuti la SS. 17 per Foggia/Campobasso ed intrattenere cospicui rapporti commerciali, usufruire delle strutture sanitarie, delle Università. Un forte dissesto idrogeologico interessa pressoché tutto il suo percorso, tale da rendere pericolosissimo il suo attraversamento. Non è una questione di semplice manutenzione. Seri problemi di salvaguardia della pubblica incolumità probabilmente determineranno la chiusura della stessa. Il Sindaco ha segnalato tale eventualità alle Province, alle Prefetture, all’Ufficio Regionale del dissesto, al Commissario Straordinario del Comune di San Bartolomeo ed alla Protezione Civile. Speriamo bene. La eventuale chiusura al traffico significherebbe l’isolamento totale dei nostri comuni con gravi danni all’economia”.

fonte: Teleradioerre