Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Panorama 544 persone in meno, secondo i dati ufficiali dell’Istat, relativi al 2005 e paragonati al 2004. Trend negativo anche nei numeri della città di Benevento, che supera quota sessantamila.

E' in calo, seppur di poco, la popolazione sannita, che si attesta a duecentottantanovemila e quattrocentocinquantacinque, con centoquarantamila e quattrocentottantasette uomini e centoquarantottomila e novecentosessantotto donne: cinquecentoquarantaquattro persone in meno, secondo i dati raccolti dall'Istituto nazionale di statistica, dati riferiti alla fine del 2005 e paragonati ai dati relativi alla fine del 2004.
Sono i numeri, quindi, a 'fotografare', da un punto di vista demografico, la provincia di Benevento. E, in questo contesto, l'indicazione del calo – equamente distribuito tra uomini, duecentosettantatré in meno, e donne, duecentosettantuno in meno – rappresenta solo un primo riferimento, da prendere in considerazione, certo, ma anche da valutare in maniera più approfondita. Partendo, innanzitutto, da una considerazione: il calo demografico coinvolge, in pratica, tutti i paesi sanniti. Pochissimi quelli in crescita, seppur minima, e questo ristretto elenco comprende Airola, Arpaise, Bucciano, Dugenta, Durazzano, Foiano, Forchia, Limatola, Montesarchio, Paolisi, Ponte, San Salvatore Telesino, Sant'Agata de' Goti e Torrecuso.
Così, il panorama demografico sannita si presenta in calo, con un trend generale che coinvolge, come detto, moltissime comunità, con un picco a San Bartolomeo in Galdo, dove il 'saldo naturale' è pari a 'meno quarantuno'.
Assolutamente stabili, invece, le caratteristiche demografiche della popolazione sannita, dove oltre duecentottantamila persone vivono in famiglia – e oltre centomila sono le famiglie –, mentre solo cinquecentosessantatré persone vengono classificate in una situazione di convivenza – e il numero di convivenze è novantadue –, e dove il numero medio dei componenti delle famiglie è molto basso, 2,7 per la precisione. E quest'ultimo dato si lega anche alla definizione del 'saldo naturale', che, come detto, è negativo: considerando il 2005, sono state registrate duemila e quattrocentonovantuno nascite, molto superiori, invece, le morti, pari a tremila e trentacinque.
Restringendo l'orizzonte, prendendo in esame la città di Benevento, le impressioni, tratte dai dati dell'Istat, non mutano. Così, si parte dal dato complesso della popolazione beneventana, che si attesta sessantatrémila e ottantasei persone, con ventinovemila e novecentosessantacinque uominini e trentatremila e centoventuno donne: complessivamente, il saldo naturale è negativo, con un 'meno ventidue', prodotto da cinquecentoquarantasette nascite e cinquecentosessantanove morti.
Anche per Benevento, le caratteristiche demografiche della popolazione, così come per la provincia. sono immutate: oltre sessantaduemila persone risiedono in famiglia – e le famiglie sono oltre ventiduemila –, solo centottantacinque persone, invece, risiedono in convivenza – e le convivenze sono appena ventisette –, mentre il numero medio dei componenti della famiglia è pari a 2,8.

da "Il Sannio Quotidiano"