Ai sensi della delibera regionale n.3928 del 27/08/2002, avente ad oggetto «Interventi a favore di persone in situazione di handicap grave prive di assistenza familiare», l’Amministrazione comunale di S. Bartolomeo ha approvato il progetto.

Il progetto ”Benvenuti a casa” ha avuto parere favorevole dall’ufficio di piano in quanto compatibile con la programmazione degli interventi a servizio del piano sociale di zona dell’ambito territoriale B4, dove avrà sede la struttura, è finalizzato a creare un tipo di assistenza 24 ore su 24 nei riguardi di persone portatrici di handicap grave e alle quali i familiari, per una serie di motivi, non esclusi quelli economici, sono impossibilitati ad offrire le necessarie cure e attenzioni. Fatto di particolare rilievo è che il Comune, come ente promotore, non solo si è impegnato a cofinanziare il progetto, ma ha destinato alla realizzazione della casa famiglia per portatori di handicap grave l’immobile di sua proprietà, ex ospizio dei vecchi, ristrutturato e riattato, lo stesso che ultimamente, ceduto all’Asl, aveva ospitato gli uffici amministrativi del Distretto sanitario n.23.
Il progetto, redatto dalla ”Laborem exercens”, che assume il ruolo di soggetto attuatore e ne è cofinanziatore come l’Ente Comune, sarà inviato alla Regione Campania unitamente alla richiesta di finanziamento. Sarà rilevante il contributo che si spera di ottenere dalla Regione, soprattutto perché al locale destinato a casa famiglia occorrono lavori anche per l’abbattimento delle barriere architettoniche.