ImagePochi giorni fa una 56enne di San Bartolomeo in Galdo è morta per i postumi di un infarto. Don Franco Iampietro, parroco del paese, domenica scorsa ha inviato alla stampa una lettera in cui ha denunciato lo stato di abbandono e sconforto che pervade la sua comunità. Infatti, a suo avviso, se fosse stato possibile curare la donna senza doverla portare a Campobasso, sarebbe sopravvissuta.

Ci sono paesi nel beneventano, dunque, in cui ancora si muore per mancanza di strutture sanitarie che riescano a garantire un primo soccorso in caso di emergenza. Come San Bartolomeo in Galdo, situato a più di 52 km da Benevento. La distanza rappresenta un problema per le condizioni in cui versa la strada provinciale. Da S. Bartolomeo infatti si impiega molto meno tempo a raggiungere Campobasso e Lucera (FG) che il capoluogo, con tutti gli immaginabili disagi che ciò comporta.

Vai al V I D E O – Viaggio nei disagi del Fortore

da "Il Quaderno"