Non ha aspettato il consiglio comunale straordinario. Con proprio atto, il sindaco di Baselice, Domenico Canonico, “ritira ufficialmente ed in via definitiva la propria disponibilità a ospitare sul proprio territorio un sito di compostaggio industriale”. È quanto si legge nella lettera che il primo cittadino ha inviato al presidente De Luca e all’assessore all’ambiente della Regione Campania, dal titolo “Manifestazione d’interesse per la localizzazione di siti di compostaggio” (protocollo 665 del 7 febbraio 2017).
La decisione – scrive – è motivata da più attente valutazioni ed approfondimenti che sono emersi dal confronto interno al gruppo di maggioranza e dall’incontro avuto con il gruppo di minoranza e con i cittadini tenutosi il 4 febbraio. 
“Come amministratori – continua – abbiamo l’obbligo di ascoltare i cittadini e in questa fase, più che un sito di compostaggio, ci chiedono principalmente di risolvere problematiche relative alla viabilità, considerato che le nostre strade sono quasi impercorribili e i tagli ai finanziamenti ai Comuni e alla Provincia rendono addirittura difficile la manutenzione ordinaria”. 

E poi non lesina una sferzata ai vertici regionali: “Sarebbe stato auspicabile un incontro con i dirigenti regionali per confrontarsi e ottenere chiarimenti sul progetto proposto ma nessun nostro coinvolgimento è stato ritenuto opportuno e necessario”. 

E ancora: “Apprendere che il nostro Comune era stato scelto, tra le domande inoltrate, esclusivamente a mezzo di comunicati stampa e notizie sul web, non è stato di certo di aiuto, così come non lo è stato comunicare che i sindaci sarebbero stati convocati a Napoli per poi riscontrare che nessuna richiesta in merito è mai pervenuta al nostro ente”.

Ora l’atto del sindaco verrà portato in consiglio comunale per essere ratificato. 
Intanto, proprio oggi, il sindaco di Foiano Maffeo non è stato eletto nel consiglio dell’Ato Rifiuti Benevento.