“Comunicazioni trionfalistiche sulla condizione della viabilità del Sannio e del Fortore non è il caso di farne”. Sono le parole di Giunio Zeppa, esponente del Comitato Civico “Viabilità Negata”. Il riferimento è al comunicato stampa della Provincia di Benevento che, il giorno dopo il sit-in di oltre 200 cittadini del Fortore, aveva comunicato l’approvazione di due provvedimenti per le strade della Valle Fortorina.

Una notizia che ha lasciato perplessi i membri del Comitato che chiedevano interventi urgenti sulle arterie di collegamento. “Invece – ha commentato Zeppa – ci troviamo di fronte a due studi di fattibilità che non danno risposte alla cittadinanza. Forse le strade si faranno – ha sottolineato -, ma non sappiamo nemmeno quando”.

L’altro progetto presentato dalla Rocca riguardava i lavori di completamento e risanamento della strada di penetrazione e di collegamento San Giorgio la Molara – Strada Statale 90/bis. “Un appalto già affidato e pronto a partire – spiegato Zeppa -, ma che non ha nulla a che vedere con il Fortore visto che la strada in questione costeggia il fiume Tammaro e non permette collegamenti con la zona di Montefalcone di Val Fortore”.

Alla riunione era stata invitata anche la Provincia, ma sia il presidente che il consigliere con delega alla viabilità non sono potuti essere presenti. “Il nostro obiettivo è dialogare con le istituzioni – ha commentato il portavoce del Comitato -, ma vogliamo ragionare su proposte concrete”.

L’obiettivo, dunque, resta quello di risolvere le criticità delle strade del Fortore. “Non chiediamo fondi milionari o autostrade – ha concluso Zeppa – vogliamo solo strade sicure per i cittadini”.

Fonte: ntr24.tv