Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

I volontari hanno operato in Molise dal 31 ottobre al 4 novembre

Anche l’Associazione Misericordia di S.Bartolomeo ha partecipato alle operazioni di soccorso alle popolazioni del Molise colpite dal sisma. Lo rende noto il presidente dell’associazione, Pasquale Pacifico, che, con il nucleo della protezione civile, composto anche da Luigi Ianiro, Pasquale Sangregorio, Roberto Reino, Pietro Colatruglio, Pasquale Colatruglio, Salvatore Pannone e Pasquale Apicella, si è portato la sera del 31 ottobre a S. Giuliano di Puglia, dove ha dato il cambio ad altri volontari, collaborando attivamente con i vigili del fuoco nel rimuovere le macerie della scuola crollata. Successivamente, dal 1° al 4 novembre, il nucleo ha contribuito all’allestimento del campo per la sistemazione delle tende, mettendo a disposizione la propria tenda da utilizzare come farmacia da campo; si è interessato all’installazione dei servizi igienici, ed ha aiutato ad attrezzare le tende con i termosifoni. Con l’autoambulanza in dotazione ha partecipato al trasporto dei feriti presso il Pronto Soccorso di Larino. Puntualmente perciò la Misericordia con i suoi volontari, assolve i compiti statutari, che prevedono impegno e disponibilità nel prestare aiuto a quanti si trovano in difficoltà a causa di eventi calamitosi di qualsiasi tipo. Apprezzabile comunque tutta l’attività che l’Associazione svolge, in primo luogo quella legata all’utilizzo dell’autoambulanza per il trasporto dei pazienti nei vicini ospedali. Questo in presenza della difficoltà per l’utilizzo degli automezzi in dotazione al distretto sanitario, che possono muoversi solo dopo che, attraverso il 118, sono stati chiamati a portarsi sul posto i medici del SAUT di Ginestra degli Schiavoni distante oltre 30 chilometri da S. Bartolomeo.