La festività dell’Immacolata Concezione, inizio delle festività natalizie, è da noi meglio conosciuta come “a Madonna di fucarèll”

Tradizione memorizzata nel tempo e che caratterizza il nostro patrimonio culturale e storico. Antichi sapori che rievocano il passato e che si tramandano di generazione in generazione, come la squisita polenta con i ceci (a farinata) cotta nel paiolo di rame sul fuoco e poi arrostita. I fagioli cotti in pentole di creta, le salsicce arrosto, i tegami con i pop corn (sc’còppele) fanno da contorno ai falò allestiti nei vari punti del paese. Per settimane i bambini con le carriole raccolgono la legna passando casa per casa e il loro impegno verrà premiato da un grande falò.
Le vecchiette pregano, i più giovani sparano botti e trac, ma è un modo per ritrovarsi per essere uniti. Intorno al focolare anticamente gravitava l’intera vita sociale, si cuocevano i cibi e si narravano racconti. Moltissima gente si preparava all’evento religioso partecipando alla novena nella Chiesa parrocchiale.Tutto ciò avveniva all’alba in modo da consentire ai contadini di poter andare a lavorare in campagna.
Alla vigilia era consuetudine mangiare la pasta con la mollica e le noci e non doveva mancare l’anguilla.Il giorno della festa veniva allietato dalla musica di una coppia di zampognari provenienti dall’Abruzzo che in seguito tornavano a suonare per la novena di Natale. Oggi rimane la voglia di allestire il fuoco più grande, di girare il paese e fermarsi a guardare, a gustare i sapori, a riscaldarsi le mani. I tempi sono cambiati, ma i fuocherelli restano a testimonianza di sentieri lontani che vale la pena di ripercorrere per ritrovare i veri valori.

Una gustosissima ricetta ad evocare le antiche tradizioni…

‘Tagliatell ca mullic’

500 g di tagliatelle
otto cucchiai di olio d’oliva
100g di pane secco,gherigli di noce, sale
pepe, aglio,prezzemolo

Scaldare l’olio con un aglio schiacciato che poi si toglierà. Aggiungere le noci tritate e il pane raffermo pestato in modo che le briciole restino consistenti, e fare tostare il composto senza che diventi troppo nero e bruciato,aggiustando di sale e pepe.Con questa salsina umilissima, ma stuzzicante si condiscono le tagliatelle.