Previo espletamento delle procedure di rito, erano stati già appaltati i lavori di rifacimento della pavimentazione e regimazione delle acque meteoriche per le strade interne Via S.Vito, Via Monte dei Carpini e Via S.Francesco, nonché per Largo S.Francesco e per la zona Sannio.
Sono seguite però delle delibere, con le quali è stata modificata l’imputazione della spesa, ammontante a circa 800.000 euro. Si era deciso inizialmente di fronteggiarla con le entrate tributarie e con i contributi concessi dalla Regione Campania per l’esecizio finanziario 2002; ma la necessità di dover far fronte alle spese impreviste per interventi di somma urgenza agli edifici scolastici, a salvaguardia della pubblica e privata incolumità, a seguito dei danni del sisma di fine ottobre e inizio novembre dello scorso anno, e per l’emergenza delle ultime calamità atmosferiche, nonché l’opportunità della messa in atto della scelta dell’Amministrazione di dare priorità ai lavori di completa riqualificazione delle vie principali del centro storico, hanno determinato il ricorso all’assunzione di nuove delibere a modifica delle precedenti. Si è convenuto cioè sulla decisione che per i lavori già appaltati dovranno essere utilizzati i contributi che la Regione assegnerà all’Ente ai sensi della LR n.51/78 per l’eserizio finanzario 2003. I lavori stessi, quindi, potranno avere inizio solo dopo la comunicazione ufficiale da parte della Regione della concessione dei contributi, e solo allora saranno stipulati i relativi contratti di appalto con l’impresa aggiudicataria della gara, che ha comunque già dichiarato di accettare il pagamento dilazionato entro il 2005 dell’importo relativo ai lavori da effettuare sulle strade.