Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Si tratta di appartamenti di 85 mq con garage. Lonardo: «Sono contento che sia stato proprio questo l’ultimo atto della mia gestione». Martedì all’Istituto si insedia il commissario.

Ieri, atteso le assicurazioni dell’Ufficio tecnico del Comune circa il completamento delle opere di urbanizzazione primaria, sono stati consegnati dallo IACP di Benevento 10 alloggi, realizzati in attuazione della Legge 457/78 in 2 fabbricati rispettivamente di 4 e 6 unità, nel Comune di San Bartolomeo in Galdo. Ogni alloggio, di cui uno previsto per portatore di handicap ai sensi delle normative vigenti, ha una superficie di circa 85 mq ed è comprensivo di una autorimessa di circa 18 mq.
Nell’occasione, alla presenza del presidente dell’IACP di Benevento, dott. Lucio Lonardo, si è provveduto alla consegna anche di 3 alloggi resisi disponibili e alla stipula dei contratti in loco per venire incontro alla richiesta degli assegnatari che hanno evidenziato il disagio a recarsi presso la sede IACP di Benevento per tale operazione. Non a caso è in fase di studio proprio un programma di decentramento degli uffici nel Fortore e nella Valle Telesina per venire incontro alle esigenze di quella larga fascia d’utenza che, a causa dell’età e d’eventuali handicap, ha serie difficoltà a muoversi per esplicare le pratiche burocratiche e anche le semplici richieste di manutenzione. “I fattori che incideranno di più sull’evoluzione strutturale del sistema abitativo, oltre a quelli tradizionali – ha affermato il dott. Lonardo -, saranno l’invecchiamento della popolazione, la fortissima crescita di nuclei familiari monogenerazionali, composti in prevalenza da anziani, e l’immigrazione dai paesi extracomunitari poveri. Questi fenomeni sociali tendono, da un lato, ad alimentare le domande d’abitazioni in affitto a basso costo e dall’altro, a saldare la questione abitativa con quella della riorganizzazione e riqualificazione urbana, dell’assistenza ed integrazione di particolari componenti di popolazione nelle comunità locali.
Da tutto ciò si ricava la cifra dell’impegno assegnato alle istituzioni locali e agli operatori pubblici del settore. Sono perciò contento – ha continuato il dott. Lonardo – che l’ultimo atto amministrativo della mia gestione sia ancora quello della consegna di alloggi di edilizia economica e popolare e soprattutto che questo avvenga in una terra, il Fortore, che troppo ha sofferto e soffre per isolamento, mancanza d’infrastrutture e d’insediamenti industriali che possano soddisfare le esigenze degli anziani e le aspirazioni dei giovani. Martedì 2 settembre – ha concluso – s’insedierà ufficialmente il commissario straordinario Bruno Andreucci che possiede la competenza e la professionalità per continuare il viatico assistenziale dell’Istituto per le fasce più bisognose della popolazione e certo si farà portavoce, presso l’Amministrazione regionale della Campania, di tutte quelle esigenze della popolazione sannita emerse in questi anni”.

dal Sannio Quotidiano