Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Il commissario prefettizio, Fiorentino Boniello, ha indetto la gara d’appalto per i lavori Il progetto è finanziato con i fondi che sono stati concessi dalla Regione Campania per l’intervento.

Il commissario prefettizio, Fiorentino Boniello, assunti i poteri della Giunta esecutiva, ha di recente riapprovato il progetto esecutivo dei lavori di ripristino e sistemazione dell’arteria vicinale ‘Sant’Angelo -Pescone’ ed indetto la relativa gara d’appalto.
Sotto il profilo tecnico della determina vi sono i pareri favorevoli del tecnico e del contabile espressi, rispettivamente, sia dal dirigente dell’Ufficio tecnico comunale che dallo stesso istruttore contabile. Il Commissario ha tenuto presente nella sua decisione del deliberato della Giunta comunale n.234 del 9/9/02 e di quella n.4 del 2003 di ratifica nonché della delibera consiliare del 12/03/03 di approvazione della programmazione triennale ed annuale delle OO.PP. in uno con il Bilancio comunale 2003, che prevede, appunto, la realizzazione dell’opera citata.
Il progetto è stato rimodulato dal tecnico Francesco Apicella, nei limiti di finanziamento concesso, dell’importo complessivo di Euro 273.175,06, così distinto: importo lavori a base d’asta Euro 202.095,87; oneri attuazione sicurezza Euro 4.745,75; somme a disposizione Euro 41.368,32; per spese generali (in misura fissa ed insuperabile per progettazione, piano di sicurezza, direzione e collaudo) Euro 24.810,54; e per imprevisti Euro 154,54. La gara d’appalto dell’opera è stata indetta mediante pubblico incanto, con il sistema del massimo ribasso, in conformità di uno schema allegato all’atto deliberativo che ne forma parte integrante e sostanziale. Nella delibera si dà atto che il progetto è finanziato con i fondi concessi dalla Regione Campania con Decreto n.174 del 13/06/03, che l’U.T.C. è stato autorizzato a porre in essere ogni atto necessario e consequenziale, al fine di rispettare i termini di inizio ed ultimazione dei lavori fissati dal menzionato Decreto di concessione. Nel contempo è stato conferito al progettista anche l’incarico della direzione dei lavori, nell’intesa che le competenze professionali spettanti sono quelle previste nel quadro economico del Bilancio comunale. Responsabile del procedimento è il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale.

di Benedetto Canfora dal Sannio Quotidiano