Il civico consesso si riunirà per la prima volta, lunedì prossimo, in sessione straordinaria. Sarà ufficializzata la composizione della giunta. Cinque i punti all’ordine del giorno dell’assemblea.

Il neo sindaco Donato Agostinelli, della lista vincente “Impegno per San Bartolomeo” (la sua compagine ha ottenuto 2.381 voti), ai sensi dell’art.40 del T.U. n. 267/2000, nonché dello Statuto comunale, ha convocato il nuovo Consiglio comunale per lunedì prossimo 28 giugno, in unica seduta pubblica straordinaria. Cinque i punti segnalati all’Ordine del giorno. Si inizierà con la convalida degli eletti, la verifica dei poteri ed eventuali surrogazioni. Seguiranno: il giuramento, il discorso di insediamento del Sindaco, e la comunicazione dei componenti della Giunta esecutiva. Indi, saranno nominati i rappresentanti in seno alla Comunità Montana del Fortore. Infine, sarà istituita e nominata la commissione Affari Istituzionali. Nel suo discorso programmatico per il quinquennio di carica, Agostinelli accennerà: al miglioramento, all’adeguamento ed al completamento della viabilità rurale; alla manutenzione e alla cura dei tracciati tratturali; al ripristino e utilizzo dell’acquedotto rurale, alla ricerca di captazione delle sorgenti idriche e alla realizzazione degli invasi collinari; alla promozione, unitamente agli altri Comuni viciniori, del distretto agroalimentare del Fortore. Inoltre, si soffermerà: sulla valorizzazione del territorio urbano e rurale, con la creazione, il potenziamento delle infrastrutture e dei servizi; sul recupero ed incentivazione dell’artigianato locale tradizionale e la creazione di nuove professioni artigianali; sullo snellimento burocratico per iniziative di insediamenti industriali, artigianali e commerciali. Nell’ambito dei lavori pubblici, l’ambiente ed il territorio, accennerà: all’istituzione della commissione per il monitoraggio e completamento dei lavori in corso d’opera; alla manutenzione di zone di verde e messa a dimora di un albero per ogni neonato; alla sistemazione del Bosco Montauro e della Villa comunale; al miglioramento della rete fognaria comunale e all’attivazione degli impianti di depurazione, sul monitoraggio delle discariche abusive e la bonifica delle medesime; sulla valorizzazione del Centro storico, dei beni culturali ed archeologici. Infine, tratterà: degli anziani, dei disabili, dei tossicodipendenti; dell’igiene, sanità e ambiente; dell’occupazione giovanile, della trasparenza nella gestione amministrativa e dei rapporti con i cittadini, della scuola, dei servizi in genere, dello sport e tempo libero; del turismo e cultura. I consiglieri di maggioranza che prenderanno parte all’assemblea consiliare sono undici: Antonio Pio Mandrone, Giovannino Pepe, Antonio Spallone, Domenico Antonio Martini, Francesco Mazzilli, Leonardo Pappone, Giovanni Iannantuono, Giovanni Picciuto, Erminio Pacifico, Antonio Agostinelli e Salvatore Ferro. Questi i cinque consiglieri di minoranza eletti nella lista “Cristiani popolari” (la compagine ha ottenuto 1.469 voti: 912 in meno nei confronti di quella vincente) che parteciperanno al Consiglio: Carmelo Cifelli, Gianfranco Marcasciano, Marcello Longo, Francesco di Ionno, Salvatore Pizzi.

di Benedetto Canfora da “Il Sannio Quotidiano”