Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

La galleria che collega il Fortore con la Puglia è chiusa al traffico a causa dell’incendio di un camion che trasportava mangime.

Le fiamme hanno devastato tutto l’impianto di illuminazione del traforo e, data l’elevata temperatura raggiunta all’interno del tunnel, è rimasto danneggiata anche la parete di cemento. Gravi le conseguenze per la popolazione del Fortore che grazie al traforo poteva raggiungere la Puglia, e quindi i vari ospedali di Foggia, Lucera e S. Giovanni Rotondo, in casi di emergenza e in tempi brevissimi. Ora invece il traffico è stato convogliato sulla vecchia statale che attraversa la dorsale appenninica della Daunia, costringendo i viaggiatori ad un tour de force notevole dovuto alle tante curve ed una strada di montagna ormai abbandonata allungando il percorso di circa un ora. Dietro esplicito intervento dell’amministrazione comunale di S. Bartolomeo, l’Anas pugliese, organo competente della statale 17, ha comunque fatto sapere che i tecnici dell’azienda sono al lavoro per monitorare il traforo in ogni sua parte. Se la struttura dovesse aver subíto seri problemi di stabilità allora i lavori da effettuare saranno di lunga durata e l’apertura della galleria potrebbe slittare anche all’inizio dell’inverno. La situazione venutasi a creare causa non pochi disagi anche ai fortorini che soggiornano nelle località turistiche pugliesi e che giornalmente per motivi di lavoro percorrevano la statale 17, e che dire per il grande flusso di residenti all’estero che rientrano in S. Bartolomeo per trascorrere le festività patronali con i familiari? Resta però importante il fatto che l’emergenza sanitaria sarà deviata momentaneamente verso Campobasso. Ricordiamo che la galleria in questione serve soprattutto a superare l’handicap della lontananza di Benevento e delle sue strutture sanitarie. Basti pensare che i caso di soccorso ospedaliero un’ambulanza, per raggiungere l’ospedale di Lucera impiega 25 minuti, 30 per giungere a Foggia.

di C.A. da “Il Mattino”