Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Si tratta di San Pio e Santa Teresa di Calcutta. Un triduo per l’arrivo di due nuove statue alla Chiesa Madre.

Da giovedì e sino a domani presso la Chiesa Madre di San Bartolomeo in Galdo, si celebra un triduo in onore di San Padre Pio da Pietrelcina e di Santa Teresa di Calcutta. La funzione sacra viene officiata dal parroco, mons. Franco Iampietro, alla presenza di tanti fedeli essendo stati gli stessi avvisati per tempo nei giorni scorsi. Domenica 17 aprile saranno benedette le due statue citate e collocate nelle due nicchie laterali della Cappella del Crocifisso ubicata a sinistra della Cattedrale. Forse sarà presente un cappuccino che ha conosciuto San Pio per illustrare la sua figura. Le due statue in legno sono state create da artisti dell’intaglio di Ortisei, paese del Trentino-alto Adige in provincia di Bolzano. Esse costano in totale dodicimila euro e sono state offerte da una persona benefattrice di cui non conosciamo il nome. Agli stessi artisti, è stata ordinata anche una terza statua, quella riguardo la Madonna dell’Assunta, che sarà pagata con le offerte dei cittadini, il cui costo è di seimila euro. Quest’ultima statua sarà portata in processione, e sostituirà quella esistente nella Chiesa Nuova collocata in una nicchia sopra l’altare principale. Anche questa statua è in legno ed ha un grande valore. Pare sia del 1.700. La Madonna viene festeggiata l’8 dicembre di ogni anno. “Forse, la Chiesa di San Bartolomeo Apostolo sarà una tra le prime ad ospitare una statua di Santa Teresa di Calcutta, ha detto don Franco Iampietro”. Al secolo, la Santa si chiamava Agnese Gonxha di Bojaxhiu (1917-1999). Fu religiosa indiana di origine macedone; si stabilì a Calcutta dedicandosi all’assistenza degli ammalati e degli emarginati; fondò l’Ordine delle Missionarie della carità (1948). Ebbe nel 1979 il premio Nobel per la pace. San Pio, al secolo Francesco Forgiane, nacque il 25 maggio 1887 da una famiglia contadina con otto figli. Morì a San Giovanni Rotondo il 23 settembre 1968: in tale giorno viene ricordata la sua ricorrenza, Nella cittadina pugliese ebbe le stigmate le quali, quando morì, scomparvero. La loro scomparsa dalle mani, dai piedi e sul costato, che per 50 anni aveva portato, fu considerata ancor più misteriosa della loro comparsa. A San Bartolomeo esistono già due statue di San Pio: una in bronzo è collocata tra via Serra Rossa e via P. Circelli, mentre nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli dei Frati Minori ve ne è una in gesso.

di B.C. da “Il Sannio Quotidiano”