ImageUfficializzata dalla Regione la distribuzione ai Comuni dei fondi destinati agli studenti delle famiglie meno abbienti. Oltre 800mila euro – 885.088, per la precisione – destinati a sostenere la fornitura dei libri di testo per le famiglie meno abbienti relativamente all'anno scolastico cominciato da pochissimi giorni.

Questa la cifra stanziata complessivamente dalla Regione Campania per il territorio sannita, comprendendo sia la scuola dell'obbligo che la scuola superiore, valutando soprattutto il numero di studenti appartenti a nuclei familiari meno abbienti, ovvero aventi un reddito netto fino a 30milioni delle vecchie lire, pari a 10mila 633 euro.
Per quanto riguarda la scuola dell'obbligo, al territorio sannita sono destinati 639.709 euro, suddivisi tra i Comuni, e la quota maggiore è quella riservata alla città di Benevento, che avrà a disposizione quasi 190mila euro. Per quanto riguarda la scuola superiore, invece, al territorio sannita sono destinati 245.379 euro, e anche in questo la quota più ampia è riservata a Benevento con oltre 126mila euro, ovvero più della metà dello stanziamento complessivo.
Più in dettaglio, è possibile analizzare la ripartizione tra i Comuni del fondo per la scuola dell'obbligo pari a 639.709 euro: Airola 22.552 euro, Amorosi 5.501 euro, Apice 10.381 euro, Apollosa 4.576 euro, Arpaia 4.610 euro, Baselice 5.667 euro, Benevento 189.033 euro, Bucciano 4.099 euro, Buonalbergo 2.891 euro, Calvi 7.869 euro, Campoli Monte Taburno 2.589 euro, Casalduni 2.049 euro, Castelfranco in Miscano 1.636 euro, Castelpagano 2.327 euro, Castelvenere 10.196 euro, Castelevetere in Valfortore 1.551 euro, Cautano 4.178 euro, Ceppaloni 3.829 euro, Cerreto Sannita 12.477 euro, Circello 6.775 euro, Colle Sannita 8.895 euro, Cusano Mutri 8.477 euro, Dugenta 3.421 euro, Durazzano 5.144 euro, Faicchio 8.828 euro, Foglianise 11.687 euro, Foiano Valfortore 2.613 euro, Fragneto Monforte 6.547 euro, Frasso Telesino 4.468 euro, Guardia Sanframondi 13.493 euro, Limatola 5.003 euro, Melizzano 2.694 euro, Moiano 5.874 euro, Molinara 2.430 euro, Montefalcone Valfortore 2.302 euro, Montesarchio 52.927 euro, Morcone 9.334 euro, Paduli 5.477 euro, Pago Veiano 4.517 euro, Pannarano 5.368 euro, Paolisi 2.370 euro, Paupisi 3.778 euro, Pesco Sannita 2.620 euro, Pietrelcina 3.774 euro, Ponte 4.745 euro, Pontelandolfo 4.362 euro, Sant'Agata de' Goti 35.150 euro, Sant'Angelo a Cupolo 6.692 euro, S. Bartolomeo in Galdo 7.225 euro, Santa Croce del Sannio 1.332 euro, San Giorgio del Sannio 23.849 euro, San Giorgio la Molara 3.872 euro, San Leucio del Sannio 5.818 euro, San Lorenzello 3.181 euro, San Lorenzo Maggiore 2.865 euro, San Marco dei Cavoti 8.961 euro, San Nicola Manfredi 3.076 euro, San Salvatore Telesino 6.341 euro, Solopaca 7.065 euro, Telese Terme 16.470 euro, Tocco Caudio 2.680 euro, Torrecuso 4.162 euro, Vitulano 5.036 euro.
Elenco più ristretto, infine, quello relativo alla ripartizione tra i Comuni del fondo, pari a 245.379 euro, stanziato per la scuola superiore: Airola 7.889 euro, Amorosi 1.522 euro, Baselice 1.965 euro, Benevento 126.604 euro, Castelvenere 5.245 euro, Cerreto Sannita 9.910 euro, Circello 1.742 euro, Colle Sannita 3.169 euro, Faicchio 3.761 euro, Foglianise 4.419 euro, Guardia Sanframondi 2.255 euro, Montesarchio 29.279 euro, Morcone 2.837 euro, Pontelandolfo 570 euro, Sant'Agata de' Goti 16.273 euro, San Bartolomeo in Galdo 2.674 euro, San Giorgio del Sannio 7.603 euro, San Marco dei Cavoti 4.682 euro, San Salvatore Telesino 1.450 euro, Solopaca 1.603 euro, Telese Terme 9.927 euro.