ImageSi è conclusa alle 22,30 di ieri sera l'Assemblea dei sindaci del Sannio, convocata presso la Sala Consiliare della Rocca dei Rettori per discutere su "Piano provinciale dei rifiuti, nuove tecnologie ed emergenza rifiuti". Al termine dei lavori, è stato approvato all’ unanimità il seguente documento che riportiamo integralmente: 

 

"L'Assemblea dei Sindaci del Sannio, convocata dal presidente della Provincia di Benevento Carmine Nardone, riunita sulla emergenza rifiuti presso la Rocca dei Rettori in data 22 marzo 2007, unitamente alla deputazione parlamentare, nelle persone dei senatori Viespoli ed Izzo, e regionale nelle persone del presidente del Consiglio Regionale Lonardo e del consigliere regionale Errico, unitamente ai consiglieri e agli assessore provinciali, ai Comitati civici ed ai rappresentanti delle forze politiche provinciali, ha stabilito quanto segue:
1) l'azzeramento delle scelte fin qui operate dal Commissariato Straordinario di governo per l'emergenza rifiuti a partire dalla individuazione del sito di Dugenta;
2) la Provincia di Benevento si impegna a sottoscrivere un protocollo d'intesa con la Regione Campania, il Commissariato di governo per l'emergenza rifiuti ed il Ministero dell'Ambiente entro il 10 aprile 2007 che prevede la individuazione di un sito per la provincia di Benevento per il conferimento dei rifiuti dalla stessa provincia prodotti e di un sito per il compostaggio. A tale individuazione si perverrà con delibera di Giunta provinciale da ratificarsi dal Consiglio provinciale entro il 12 aprile 2007 sulla base dell'indicazione di un Gruppo di lavoro tecnico costituito dal preside della Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi del Sannio Filippo De Rossi, da un tecnico designato dal sindaco del Comune di Benevento e da due tecnici designati dal presidente della Provincia, sentiti i sindaci. Tale nucleo sarà coordinato dal responsabile unico del procedimento della Provincia, ing. Angelo D'Angelo;

3) messa in sicurezza, caratterizzazione e successiva eventuale bonifica delle aree di discarica di Ponte Valentino in Benevento e Serra Pastore in San Bartolomeo in Galdo;

4) rimozione delle ecoballe nella quantità totale presente alla località Toppa Infuocata oppure delega alla Provincia per tale incombenza;

5) trattamento mediante progetto-pilota dei reflui zootecnici dell'Azienda Casaldianni in Circello, utilizzando i fondi pari a 2 milioni di Euro già disponibili – previa autorizzazione;

6)L'Assemblea prende atto dell'incontro del presidente della Provincia con il Ministro dell'Ambiente Pecoraro Scanio e dà mandato allo stesso presidente di sottoporre, per le valutazioni tecnico-scientifiche-finanziarie al Comitato Tecnico costituito presso lo stesso Ministero dell'Ambiente, il progetto di dissociazione molecolare per la produzione di idrogeno;

7) acquisto di impianto di inertizzazione da parte del Commissariato da destinare all'utilizzo della provincia di Benevento per rendere più sostenibili i prodotti finali del ciclo integrato dei rifiuti;8) riconoscimento di benefit territoriali per i Comuni individuati quali sedi degli impianti. Nelle more di quanto sopra si chiede al Commissariato di Governo di smaltire le ecoballe fos e sovvalli dal CDR di Casalduni (BN) e di dare priorità assoluta allo sversamento dei rifiuti della provincia di Benevento con fasce orarie e modalità predeterminate.

Su tale ipotesi programmatica l'Assemblea conviene sulla inappellabilità delle decisioni assunte e da assumere da parte della Provincia di Benevento per quanto attiene ai siti".

 da "ILQUADERNO.IT" del 23/03/07