ImageFallimento della finanziaria venduti solo pochi beni Ora trattative private  Finanziaria Molisannio, con due aste giudiziarie venduti solo alcuni beni immobili; ora si procederà alla vendita dei beni a trattativa privata nelle forme di pubblicazione e nei modi idonei.

Ad annunciarlo è il liquidatore della Molisannio Massimo Zeno. Con la seconda asta è stato venduto solo l’immobile ubicato nel comune di Paduli, mentre, con la precedente gara erano stati venduti solo alcuni immobili situati nei comuni di Benevento e Venticano in provincia di Avellino. In questa fase non si procederà, dunque, a pubblicare nuove aste ma i beni saranno venduti a trattativa privata ad un prezzo non inferiore alla seconda asta e ciò per tutelare i creditori e risparmiare i costi di pubblicazione. Nuove aste infatti comporterebbero un decremento del prezzo di vendita dei beni facendo introitare minori risorse economiche. Per ora rimangono invenduti i beni immobili che si trovano a Benevento, Rodi Garganico, Bonea, Baselice, San Bartolomeo in Galdo, Montefalcone di Valfortore. Per prendere visione dei beni e per informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi alla sede della Molisannio in piazza Matteotti (ex piazza Santa Sofia). Si ricorda che con il concordato preventivo approvato dal Tribunale di Benevento viene prospettato che è realisticamente ipotizzabile il pagamento dei creditori chirografari in una percentuale non inferiore al 50-60 %. Dalla vendita degli immobili in proprietà ed in leasing è prevedibile un introito netto di circa 4 milioni di euro e le somme prevedibilmente ricavabili dalla vendita dei beni mobili e partecipazioni sociali sono stimabili in euro 700.000. Il Tribunale ha ritenuto corretta la previsione di una liquidità finale pari a circa 16 milioni di euro. Prosegue, intanto, il procedimento penale nei confronti degli imputati che sono stati rinviati a giudizio.

di P.Bontempo da "IL MATTINO" del 21/02/09