Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

La giunta comunale di San Bartolomeo in Galdo, guidata da Vincenzo Sangregorio ha approvato il regolamento che disciplina l’attività del Suap (Sportello unico attività produttive).

Lo Sportello Unico è lo strumento operativo attraverso il quale i comuni esercitano le funzioni amministrative in materia di insediamenti produttivi relative alla realizzazione, ristrutturazione, ampliamento, cessazione, riattivazione, riconversione ed esecuzione di opere interne, ivi incluso il rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie. Il Suap è ‘unica struttura responsabile dell’intero procedimento. La sua attività consiste: nella gestione del procedimento unico; nell’informazione e assistenza alle imprese e all’utenza in genere, per quanto riguarda la documentazione necessaria all’attivazione di un determinato procedimento; nella creazione di un archivio informatico di tutte le procedure autorizzatorie in corso.

Con il DPR 160/2010 è stato approvato il regolamento per la disciplina ed il riordino dello Sportello Unico per le attività produttive in esecuzione dell’art. 38 del D.L. 25 giugno 2008, n.112, denominato impresa in un giorno. La norma identifica il Suap quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazioni di servizi e quelli relativi alla localizzazione delle suddette attività, nonché i procedimenti di cui al D.Lgs. 26.03.2010 n. 59. Così come previsto ai sensi dell’art. 2 comma 2 del DPR 160/2010, le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni ed i relativi elaborati tecnici ed allegati, sono presentati in modalità telematica nel rispetto delle regole tecniche di cui agli art. 5 e seguenti dell’allegato al medesimo DPR 160/2010 denominato specifiche tecniche per il regolamento di cui all’art. 38 del D.L.112/2008 “Impresa in un giorno”. Il documento redatto dall’amministrazione di San Bartolomeo in Galdo che regolamenta il Suap è composto di 11 articoli.

fonte: Ottopagine