Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

La struttura del Museo Civico Castelmagno di San Bartolomeo in Galdo, ospiterà le opere del pittore Rosario Palumbo, conosciuto nel mondo dell’arte come Golia: appuntamento da non perdere per gli esperti del settore, gli amanti dell’arte o i semplici curiosi, presso le sale della suddetta struttura dal 16 al 26 agosto 2014.

L’artista, conosciuto e apprezzato sia nella penisola che nelle più importanti città europee e mondiali – basti pensare che una sua opera è stata battuta dalla celeberrima Casa d’Asta Christie’s di Londra – si proporrà al pubblico sannita con una rassegna delle sue opere evidenziando una summa della sua evoluzione artistica e professionale. 

Gli anni iniziali e centrali della sua attività sono caratterizzati dallo studio dei pittori dell’Ottocento italiano. Sono gli anni in cui l’impeccabile tecnica del Golia viene apprezzata sia in Italia che oltre i confini nazionali: da Madrid a Singapore, da Londra a New York, l’artista viene ammirato per la sua indiscutibile maestria nell’uso del colore e per la romantica esecuzione delle sue opere. 

Ma oltre ai suoi lavori più celebri verranno proposte anche le opere degli ultimi anni. In questo periodo Golia si immerge nella ricerca: il maestro si spinge oltre i confini del romanticismo approdando a risultati inaspettati e di indiscutibile valore artistico e pittorico. Vengono sperimentati nuovi usi del colore e nuove tecniche di realizzazione: dall’olio su tela all’acrilico fino alle lamine d’oro che concedono ai dipinti del Golia quelle scintille e quella luminosità mai ottenute prima.

La personale, dal titolo “Tradizione e Romanticismo nelle opere di Golia”, è alla sua seconda tappa: nata come mostra itinerante ha visto nella città di Pescara il suo debutto nel mese di maggio. In quell’occasione l’artista, esponendo presso la struttura dell’Aurum la Fabbrica delle Idee: uno dei centri artistici e culturali più importanti del centro sud, è stato riconosciuto e apprezzato dalle più importanti cariche cittadine e regionali. Medesimi riconoscimenti a San Bartolomeo in Galdo: un centro che si apre all’arte e alla cultura riconoscendo le opere del Golia come patrimonio fondamentale per i suoi cittadini ed i suoi conterranei.

M. P.