Integrazione della delibera sul riaccertamento dei residui attivi e passivi con ulteriore cifra per un totale di circa 1.035.000 di euro a seguito dell’omissione di ulteriori debiti derivanti da crediti di difficile riscossione che quindi per motivi cautelari vengono inseriti nel disavanzo.

Somma che verrà ripartita in trent’anni. Al Comune di San Bartolomeo in Galdo, approvazione del piano triennale delle opere pubbliche per un importo di circa 24.000.000 di euro il cui quadro delle risorse disponibili nei tra anni prevede un totale di 43.141.141 euro.  Tra le opere di una certa consistenza il rispristino idrogeologico di una parte del territorio compreso Vadoricci per un totale di 14.000.000 di euro e circa 2.400.000 euro a favore della messa in sicurezza energizzazzione e adeguamento degli edifici scolastici. Altri 4.000.000 per la nuova rete fognaria, i cui lavori sono in corso, con annessi impianti per la depurazione.  600.000 euro circa per alcune strade rurali in particolare strada S .Angelo e oltre 2.500.000 per il recupero del centro storico, in via di rifacimento. Questo quanto trattato ed approvato nell’ultimo consiglio comunale. Non sono mancati alcuni momenti di sarcasmo nell’evidenziare la mancanza del dimissionario assessore Claudio Lupo che ha dato lo spunto alla minoranza nel chiedere spiegazioni sulle dimissioni e sullo stato di salute dell’amministrazione che secondo lo stesso sindaco Gianfranco Marcasciano non accuserebbe nessun sintomo  o patologia tali da far presagire eventuali crisi. E alla domanda del capogruppo di minoranza Matteo Garofalo sulla nomina del nuovo assessore Marcasciano ha risposto che per il momento sarà lui stesso a gestire la delega all’urbanistica  in attesa di nominare il nuovo assessore. Intanto ci si appresta alla stesura del bilancio dopo l’approvazione dell’esercizio finanziario 2014 con un avanzo di 69.127,00 e debiti fuori bilancio per 342.105,64.

fonte: samnium.info