Si è svolta la prima riunione della Conferenza dei sindaci per la costituzione di una Area Vasta del Fortore e dei territori limitrofi.

La prima riunione della Conferenza dei sindaci è stata convocata dal presidente della Comunità Montana del Fortore Zaccaria Spina presso il Comune di Ginestra degli Schiavoni e sarà successivamente itinerante all’interno dei Comuni interessati. I sindaci del comprensorio, hanno concordato, nel rispetto delle identità ed autonomie delle proprie realtà comunali di accordarsi per disegnare unitariamente le strategie di sviluppo del bacino che comprende circa 37.000 abitanti. Nel corso del primo incontro oltre a definire le linee per la stipula di un protocollo d’intesa per la costituzione della “Conferenza di Area Vasta per lo sviluppo programmatico dei Comuni” si è parlato del POR FESR 2014-2020 che individua tre direttrici di intervento per il prossimo ciclo di programmazione che sono Campania Innovativa – Campania Verde – Campania Solidale. I sindaci si sono soffermati ad analizzare le cosiddette riserve finanziarie destinate prioritariamente a quei comuni che associandosi sceglieranno l’approccio integrato allo sviluppo territoriale, dimostrando la capacità di mettere appunto strategie intersettoriali concepite e proiettate in una dimensione sovracomunale meglio nota come “Area Vasta”. I comuni interessati dall’iniziativa sono quelli di Apice, Baselice, Buonalbergo, Castelfranco in Miscano, Castelvetere Valfortore, Foiano Valfortore, Ginestra degli Schiavoni, Molinara, Montefalcone Valfortore, Paduli, San Bartolomeo in Galdo, San Giorgio la Molara, San Marco dei Cavoti, Sant’Arcangelo Trimonte; all’incontro è stato presente altresì il Sindaco del Comune di Casalbore che fa parte di un area, quella dell’Ufita a cui si guarda con particolare interesse per futuri coinvolgimenti per una serie di attività di intraprendere insieme. “Sono molto soddisfatto – ha affermato il presidente della Comunità Montana Zaccaria Spina – di queste prime prove tecniche di costituzione di Area Vasta, a breve continueranno gli incontri presso gli altri comuni per la sottoscrizione di un protocollo di intesa e per la costituzione di un tavolo tecnico che cominci a metter mano ad una strategia di sviluppo comune ed a una progettualità che possa attingere a prossimi fondi europei.”

Fonte: ilquaderno.it