Con una lettera aperta inviata anche agli organi di stampa e istituzionalmente diretta a al commissario per l’emergenza alluvione Grinmaldi, al Prefetto Galeone, al presidente della provincia Ricci ed al Corpo forestale dello Stato di San Bartolomeo in Galdo, un cittadino, Andrea Cormano, da Baselice, chiede “chiarimenti in merito ai lavori per eliminazione del rischio residuo per la messa in sicurezza e per il ripristino funzionale del Fiume Fortore.”

*

“Premesso che – scrive –

 

  • Nei giorni 14, 15 e 19 Ottobre 2015 sul Territorio Provinciale ci sono state abbondanti e persistenti precipitazioni a carattere eccezionale con vere e proprie “Bombe di Acqua” che hanno determinato una scarica di una rilevante quantità di millimetri di acqua sul suolo;

  • L’intensità e la violenza delle precipitazioni su un territorio già a rischio idro geologico elevato ha determinato condizioni di estrema criticità e di un vero e proprio stato di emergenza, tali da richiedere intervento della Protezione Civile, con movimenti franosi, esondazioni dei corsi di acqua con conseguenti danni anche alla Viabilità Provinciale;

  • La Giunta Regionale Campania con Delibera n°464 del 19 ottobre 2015 ha chiesto al Consiglio dei Ministri la “Dichiarazione di Sato di Emergenza Nazionale”

  • Il Consiglio dei Ministri con Delibera 06-11-2015 ha dichiarato lo “Stato di Emergenza Nazionale per 180 giorni”

  • IL Capo di Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) con ordinanza n°298 del 2015 e nella G.U. n°277 del 2015 ha nominato il Commissario Delegato per il Superamento dell’emergenza nel territorio della Regione Campania.

 

 

Dato che

 

  • Il Commissario Delegato per l’Emergenza Alluvione con Decreto n° 2 del 2016 ha approvato il primo stralcio del “Piano dei primi interventi urgenti di Protezione Civile in conseguenza degli eventi metereologici che nei giorni dal 14 al 20 ottobre 2015 hanno colpito il territorio della Regione Campania”

  • Con determina n° 144 della Provincia di Benevento Settore Tecnico sono Stati autorizzati i pagamenti dei lavori eseguiti nel Fiume Fortore.

  • Sull’Albo Pretorio Online della Provincia di Benevento, nei lavori per eliminazione del rischio residuo e per la messa in sicurezza ed il ripristino funzionale del Fiume Fortore, dovrebbe comparire la delibera 144, invece è allegata la delibera 143.

  • Per trasparenza non è quindi possibile visionare la somma spesa e i lavori effettuati sul Fiume Fortore.

 

 

Visto che

 

  • Con la perturbazione del week end 9-10 Aprile sul territorio fortorino sono caduti pochi millimetri di pioggia, che hanno determinato di nuova la rottura dei margini, costruiti per la messa in sicurezza del Fiume Fortore.

  • la rottura dei margini del Fiume Fortore ha nuovamente deviato il letto del fiume

  • La costruzione dei margini del letto del fiume è stata fatta riportando materiale in sabbia frammisto a pietra

  • I margini residui ora sono un serio pericolo per il corso del letto del fiume, aumentando i rischi di esondazioni in caso di nuove perturbazione sul territorio fortorino.

 

 

Chiede chiarimenti in merito ai lavori eseguiti sul letto del Fiume Fortore, agli eventuali collaudi e approvazione dei lavori da parte dei responsabili e tecnici, ai fondi spesi per la costruzione dei margini già distrutti e alla messa in sicurezza già diventata precaria, ai futuri pericoli di esondazione del Fiume Fortore in caso di nuove perturbazioni”.

Fonte: ilvaglio.it