Categoria: Editoriali

BRIGANTI NELLA VALFORTORE – parte finale-

9 settembre 1863 Quando a San Bartolomeo si viene a sapere dell’eccidio, scatta l’allarme; la breve distanza tra le  due località  lascia prevedere l’assalto, si raccolgono volenterosi che difendano il nostro centro.  In merito, ecco come prosegue il racconto  della Sangiuolo: «Caruso non vuole arretrare, anzi cerca il combattimento. Va  diritto sull’abitato. Fuori del paese cade Pasquale Ruggiero; indi è la volta delle Guardie Nazionali Giuseppe Farini, Michele Lauro, Basilio Viesti, Donato Vinciguerra, Michele Pepe, Angelo D’Andrea, Achille Mariella, Biase Iannantuono, Antonio Picciuta (sic), Antonio Circelli, Michele Noloas. Cade il Pelosi luogotenente del giudicato; cadono le Guardie di Pubblica Sicurezza Giovanni Guerra e Pellegrino Troise; cade il Carabiniere Reale Pasquale Santorita. I paesani temono l’invasione, quando Caruso intima il dietro-front.

Read More

BRIGANTI NELLA VALFORTORE – Parte 2 –

I briganti, sostenuti da papa Pio IX e dall’ex sovrano borbonico Francesco II, conquistarono un largo consenso tra i contadini meridionali, che finirono a ingrossare le fila dei rivoltosi sia per ribellarsi all’inasprimento fiscale e alla perdita degli usi civili delle terre demaniali in seguito alla nascita del Regno d’Italia, sia per sottrarsi al servizio militare obbligatorio.
Al Sud c’erano banditi veri e criminali comuni prima, durante e dopo l’Unità. A questi delinquenti vennero equiparati «i briganti», ovvero i meridionali in lotta per scacciare «gli stranieri». Il termine fu esteso e la ribellione di reazionari, contadini e clericali contro la Stato appena costituito, fu etichettata brigantaggio.

Read More

Archivi

Categorie

Stazione Meteo Villa Comunale
16 Dicembre 2018, 05:21
0.3
°C
1031.0
hPa
75
%
0
UV
8
km/h
0.0
mm
500
m
-3.7
°C
-2.4
giweather wordpress widget

Farmacia di Turno

Stasera si caccia …

Pollice Verde

  • LAVORI DEL MESE. Ripulite, aggiustate e riponete le attrezzature per averle pronte nella nuova stagione. Preparate terreni e terricci per vasi e piantine. Controllate gli impianti di copertura. Visitate le vostre piante in vaso riposte per l’inverno, dando aria, acqua e qualche fertilizzante. Non vi dimenticate di sementi e conserve che tenete al sicuro: custodite le prime e consumate le seconde. Disinfettate con solfato di rame o calce idrata le piante da frutto.

    VIGNA E CANTINA. Non trascurate il primo travaso del vino nuovo quando ha esaurito la fermentazione tumultuosa. Evitate al mosto prima, e al vino poi, ogni inutile contatto con l’aria. Dopo il primo cambio, date aria alla cantina. Giorni utili per i travasi: dal 1° al 7 e dal 22 al 31 Dicembre.
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com