In un paese di 4700 abitanti, il compimento dei 100 anni da parte di una persona è un grande avvenimento, meriterebbe di essere condiviso da tutta la comunità. Se le persone sono due, allora la festa dovrebbe essere di piazza, con fuochi d’artificio e musica. Se i centenari saranno tre nel giro di 37 giorni, allora bisogna comunicarlo ai giornali, a rai3 Campania che con dati meno eclatanti parlava di San Marco dei Cavoti quale paese di centenari, (ricordate la piccola discussione tra Rino Genovese e il nostro dott. Vinciguerra?).
Si parte sabato 7 ottobre, con la nostra zia Giovannina, ospite della casa albergo per anziani di Ianziti.
I festeggiamenti saranno allietati dal gruppo folk, pop, etno sanbartolomeano de’ I Llascat.
A Dio piacendo, continueremo i festeggiamenti il 4 novembre con zia Carmela, la centenaria più scontata. Zia Carmela abita a badricc, a 10 metri dalla fontana Scassell.
Infine il 15 novembre sarà il turno di zia Antonietta. Fino a quando si celebrava la messa quotidiana in chiesa Nuova era abile ed arruolata, seduta al secondo banco della fila sinistra, insieme alle irriducibili zia Lidia e maestra Vinciguerra.
Le ultime messe celebrate dal rev. Arricale in chiesa Nuova, erano per pochi intimi, più o meno lo stesso numero di fedeli alla messa mattutina del Fanar.
Gli auguri alle future centenarie, li porgeremo il giorno del loro compleanno.
 
Ariadeno