Il governo centrale guarda anche ai nostri comuni che si affacciano sull’invaso di Occhito

Nuove prospettive di sviluppo per l’area del Fortore! L’anno nuovo si è aperto con una gran bella notizia per questa zona ricca di potenzialità e ricchezze da valorizzare ma carente di adeguate infrastrutture che ne consentano la crescita.

A rinfocolare le speranze di un più roseo futuro, l’annuncio da parte del premier, Giuseppe Conte, che, nei giorni scorsi, nell’incontro presso la Prefettura di Foggia, ha presentato il Contratto istituzionale di sviluppo illustrando anche il Piano di sviluppo istituzionale per la Capitanata. Manifestando così il chiaro intento di voler investire su progetti che rientreranno nel contratto istituzionale di sviluppo (CIS) per la Capitanata, come l’utilizzo turistico e sportivo del Lago di Occhito.

Come precisato da premier, sottolineando il naturale attaccamento alla sua zona d’origine, si tratta di un progetto pilota, replicabile in tutto il sud, condiviso anche dal ministro Lezzi presente all’incontro. Una straordinaria notizia anche per i comuni fortorini che si affacciano sulle sponde dell’invaso più grande d’Europa, come Macchia Valfortore, Sant’Elia a Pianisi, Gambatesa, Pietracatella e Tufara che potranno condividere la proposta presentata dai comuni foggiani di Celenza Valfortore e di Volturara Appula, sviluppata attraverso uno studio di fattibilità dall’Archistar Massimo Iosa Ghini, designer di fama internazionale, noto per aver realizzato il Museo Enzo Ferrari, il Museo Maserati e i Ferrari Store. Alla realizzazione dell’innovativo progetto di promozione delle attività turistiche e sportive sul Lago di Occhito, come ad esempio l’equitazione, l’escursionismo, il trekking e la pesca sportiva, lavora anche l’architetto Maria Maggio di Carlantino. Tra le proposte tenute in grande considerazione, la previsione di gare nazionali ed internazionali di biciclette, comprese quelle elettriche.

fonte: Quotidiano del Molise

(Visited 7 times, 1 visits today)