Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

Procede con una velocità anche maggiore rispetto al previsto il processo di attivazione del reparto di Chirurgia a Lucera, anticipata da Luceraweb un paio di settimane fa. Nel giro di qualche giorno, infatti, cominceranno i primi interventi su pazienti da accogliere nei 14 posti letto pianificati come dotazione iniziale, e per una degenza che rientra nella cosiddetta week surgery, vale a dire non superiore ai cinque giorni, dal lunedì al venerdì. Rispetto alla prima intenzione di sei posti per soli interventi in day surgery, l’upgrade è quindi passato direttamente dalla carta alla realtà, e con le attuali metodiche e tecniche poco invasive, al primo piano dell’ospedale Lastaria sarà quindi possibile operare una larghissima varietà di tipologie di intervento, grazie all’afflusso dal Policlicnico di Foggia di medici di svariate branche specialistiche, in grado di trattare situazioni cliniche che possono andare dall’oculistica all’internistica, dall’ortopedia alla gastroenterologia, oltre alla sempre più diffusa chirurgia plastica ricostruttiva. Le operazioni più complesse, quindi, bisognose della presenza sul posto di una struttura di Rianimazione, resteranno invece di competenza della “casa madre”.  
La conferma arriva direttamente dal direttore sanitario del Riuniti di Foggia Franco Mezzadri che ha manifestato entusiasmo e per certi aspetti curiosità di vedere come potrà svilupparsi positivamente questa nuova traccia assistenziale in Viale Lastaria, dopo anni di incertezze e timori, e dopo gli ultimi mesi di scetticismo piuttosto diffuso circa le reali prospettive della nuova propaggine del grande nosocomio del capoluogo, di fatto aggregato alla vigilia dell’esplosione dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus…

https://www.luceraweb.eu/articolo.asp?ID=34745