Nel contesto di una politica avviata da tempo dall’Amministrazione comunale per la valorizzazione del centro storico, sono già andati in porto parecchie realizzazioni, quali la sistemazione con nuova pavimentazione di piazza Garibaldi, corso Roma e piazza Municipio e la costruzione della strada «Monachelle», cui è legato il recupero di vecchie case a monte, che, cedute a titolo gratuito dai proprietari, saranno riattate dal Comune in vista di una concessione in locazione a famiglie che intendono trascorrere in paese periodi di ferie. L’attenzione è ora rivolta a Via Leonardo Bianchi, già Via Frentana, tra le più antiche di S.Bartolomeo, e che si estende da «Porta della Croce» alla Chiesa parrocchiale, nel cui ambito si insediarono i primi nuclei abitativi. Una strada di cui si sollecita da tempo la sistemazione, perché priva di qualsiasi manutenzione. È pavimentata con basalto a centro e pietra bianca ai lati, ma provoca disagi a quanti l’attraversano, perché tutta sconnessa e in parte scivolosa.

È dei giorni scorsi una delibera di Giunta, con la quale è stato approvato il progetto redatto dall’UTC per la nuova pavimentazione di via Bianchi, previa regimazione delle acque meteoriche. Il costo è previsto in 336.000 euro, di cui circa 36.000 euro a disposizione dell”Ente. La spesa sarà fronteggiata con mutuo da contrarre con la Cassa Depositi e Prestiti, assistito da contributo concesso dalla Regione Campania, ai sensi della Legge regionale n.51/78, sull’esercizio finanziario 2002.

Contestualmente è stato deliberato di provvedere all’appalto dei relativi lavori, mediante pubblico incanto, in base alla Legge 109/94, con il criterio del massimo ribasso sull’importo a base d’asta, al netto degli oneri di sicurezza. Allo scopo è stato anche approvato lo schema di invito a gara, onde permettere alle Imprese di presentare domande di partecipazione e offerta di ribasso.