Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Un funzionamento in complesso sufficiente quello della raccolta differenziata, a cura del Consorzio BN3; ma ci sono da registrare alcuni aspetti negativi che andrebbero al più presto eliminati.

 

Puntualmente e settimanalmente (per S.Bartolomeo il martedì), gli automezzi del Consorzio passano per le vie principali del paese e raccolgono porta a porta i sacchetti contenenti materiale cartaceo e quelli destinati a contenere bottiglie di plastica e barattoli di latta.
Ma la raccolta non coinvolge, stando a quanto è dato osservare, tutte le realtà della cittadina: ne restano fuori, ad esempio, i vicoli, e sono tantissimi, i cui abitanti per lo più non hanno ricevuto le buste sin dall’inizio della raccolta differenziata, tant’è che è raro vederne depositata qualcuna a un capo o all’altro dei vicoli stessi. Da evidenziare però anche la scarsa sensibilità di alcune famiglie, che continuano ad utilizzare i contenitori della spazzatura comune anche per depositarvi carta, plastica e vetro. Sarebbe perciò quanto mai opportuna una nuova campagna, specie a livello scolastico, finalizzata a far comprendere l’importanza e l’utilità di differenziare i rifiuti e utilizzare al meglio le buste, i cassonetti e le campane di vetro. E a proposito di buste va detto che da oltre un mese non vengono più consegnate dagli addetti, sicché molti sono costretti ad usare buste dei supermercati, non certo capienti e adatte allo scopo. Il Consorzio BN3 sostiene di aver ordinato da tempo un adeguato quantitativo di buste da utilizzare per carta e cartone e contenitori di plastica, ma che la ditta interessata non procede alla consegna. E’ il caso di sollecitare, anche perché agli addetti alla raccolta la richiesta di buste è continua e insistente, con qualche spiacevole convinzione da parte dell’utenza che sono gli addetti stessi a non voler fornire le buste.