Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

L’Associazione Iris rappresenta la speranza…

A seguito di un progetto dell’Amministrazione comunale per la prevenzione del fenomeno droga, al quale erano stati interessati docenti, genitori e giovani e che aveva avuto quale esperto il dott. Giovanni Neri, neurologo psicoterapeuta, è sorta ora l’Associazione «Iris», costituita da un gruppo di volontari, disposti ad impegnarsi per un programma di accoglienza, ascolto, informazione e prevenzione. L’Associazione, che si avvale del patrocinio del Comune, opera sulla base di un regolare statuto e non ha scopo alcuno di lucro, tant’è che le è stata attribuita la qualifica di Onlus. Ha una sua sede nei locali dell’ex pretura di Via Costa, messi a disposizione dal Comune, e ultimamente ha stilato un calendario delle attività che avranno un loro svolgimento sino tutto il mese di dicembre. Questo il programma particolareggiato: una scuola di cucina sulle tracce di antichi sapori si svolgerà ogni martedì dalle ore 18,00 alle ore 20,00; studio guidato quindicinalmente il giovedì dalle ore 18,00 alle ore 20,00; laboratorio di attività creative ogni venerdì dalle ore 18,00 alle ore 20.00; corsi di educazione alla salute quindicinalmente ogni giovedì dalle ore 18,00 alle ore 20,00. Stando alle previsioni e alle dichiarazioni del direttivo dell’associazione «Iris», saranno in molti gli interessati ad una iniziativa, che fondamentalmente vuole essere un invito a stare insieme, a socializzare, a riscoprirsi, nel senso che si avrà l’occasione per confrontare modi di pensare propri con quelli degli altri, per acquisire informazioni su tematiche di attualità. Non va naturalmente trascurata la possibilità che viene offerta a giovani e ragazzi di svolgere attività ricreative e formative in genere