Puoi leggerlo in circa 1 minuto :::

È da segnalare la presenza degli Aironi Cinerini e dei Germani Reali lungo i corsi d’acqua di San Bartolomeo.

La presenza di questi volatili attesta il pregio naturalistico della località. Si tratta di esemplari protetti, sarebbe opportuno pensare ad un oasi per evitarne l’estinzione.
Aironi e Germani compiono regolari migrazioni. I periodi di migrazione sono sincronizzati con i cambiamenti stagionali, gli uccelli saranno presenti sia nei quartieri di svernamento che in quelli riproduttivi quando le risorse alimentari sono abbondanti.
Questa sincronia è dovuta a un orologio biologico che viene influenzatola diversi fattori. La capacità di alcune specie di uccelli di intraprendere le migrazioni è oggetto di studi approfonditi. Essa dipende probabilmente dalla capacità di orientarsi rispetto al sole e alle stelle, dalla sensibilità alla luce polarizzata e dalla sensibilità magnetica che diversi uccelli sembrano possedere.
La presenza di questi volatili nell’area rappresenta un segnale di primaria importanza sia dal punto di vista ornitologico che ambientale. Non a caso certe specie di volatili transitano nell’Alta Valle del Fortore, il segno è decisamente da interpretare nel senso che l’ambiente è ancora integro. Possiamo affermare l’ipotesi che alcune aree dell’Alta Valle del Fortore e il corso del fiume potrebbero essere scelti come oasi naturalistica.
Cosa state aspettando? È il momento di un’escursione, per osservare questi magnifici volatili che sosteranno ancora per un po’ prima di intraprendere di nuovo il cammino migratorio.