Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

Dal 19 gennaio gli utenti potranno recarsi presso l’Ufficio comunale per il pagamento

L’Ente civico di San Bartolomeo in Galdo, attualmente retto dal commissario prefettizio, dott. Fiorentino Boniello, dal nove giugno scorso e sino alle prossime elezioni amministrative del 13 giugno 2004, e cioè fino all’insediamento del nuovo Consiglio comunale, con un avviso all’Albo Pretorio, invita i cittadini che hanno un contratto per le lampade votive, presso le tombe dei propri cari, a voler rinnovare il pagamento per l’anno in corso. Dal 19 gennaio, quindi, gli utenti potranno recarsi presso l’Ufficio comunale ogni pomeriggio, dalle ore 15.30 alle 18.30 per versare il canone. Per la prima lampada votiva il costo è di Euro 26,00, mentre per la seconda, terza lampada ed altre è di Euro 20,00. Per evitare affollamento nei prossimi giorni, presso il menzionato Ufficio, sarebbe bene effettuare il pagamento al più presto. Tanti sono i cittadini interessati al citato pagamento, i quali per onorare la memoria dei propri estinti hanno pensato di tenere accese, per tutti i 365 giorni dell’anno, le lampade votive davanti ai loculi e nelle tombe funerarie. Altri cittadini, invece, pagano il canone per le lampade per il solo mese di novembre. Il cimitero di San Bartolomeo in Galdo, negli anni scorsi è stato ristrutturato completamente: ha idonei viali in pietra ed un’ottima illuminazione; la parte antistante è rifatta con verde, marciapiedi e recinzione; anche le croci con le foto dei Caduti in guerra hanno avuto una degna sistemazione, compresa una lampada votiva per ciascuna di esse. I fabbricati all’ingresso del cimitero sono stati, anch’essi, ben ristrutturati. Nei pressi del cimitero, inoltre, è stato realizzato un capiente parcheggio per le auto. Nella zona a valle del luogo sacro, dopo la costruzione dei viali e la relativa recinzione, sono stati dati in concessione dei suoli per la realizzazione di tombe funerarie per famiglie: tante sono state già costruite, mentre altre sono in fase di realizzazione; undici edicole funerarie saranno, invece, costruite direttamente dal Consesso civico nelle quali, poi, sarà possibile acquistare un loculo. È in corso di realizzazione una strada che dalla parte ovest del cimitero giungerà sulla parte superiore dello stesso fiancheggiando il muro laterale del lato nord. Infine, dovrà essere realizzato un altro parcheggio per le auto.

di Benedetto Canfora da “Il Sannio Quotidiano”