Puoi leggerlo in circa 2 minuti :::

La buona notizia dal titolo ‘Strada Amborchia, sì agli interventi’, riportata nei giorni scorsi su questo sito, è stata bene accolta dalla collettività della Valfortore.

L’Amministrazione provinciale, come si sa, ha varato la convenzione per la sistemazione della menzionata arteria interregionale, secondo precedenti accordi stipulati tra il Comune di San Bartolomeo in Galdo, la Rocca dei Rettori di Benevento e l’Ente provinciale di Foggia. Nei prossimi giorni, gli enti interessati firmeranno il relativo documento.
L’Amborchia, denominata anche Galesse, è una bretella che unisce la valle fortorina con la valle Tappino: sbocca sulla Statale 17 che collega Foggia con Campobasso. È lunga km 2,5 ed ha un percorso di ottanta metri nel Comprensorio di San Bartolomeo ed il rimanente in quello di Volturara Appula, in Provincia di Foggia. Il citato tragitto viene attraversato ogni giorno da una miriade di automobilisti campani, pugliesi e molisani. Esso sostituisce di fatto l’ultimo segmento di arteria della ex Appula 369, della lunghezza di 12 km, pieno di curve a gomito: questo tratto di strada è ridotto in pessimo stato, in quanto l’ANAS di Bari ne ha trascurato da tempo la manutenzione.
Per causa delle abbondanti piogge e nevicate, l’Amborchia trovasi in condizioni precarie. Diverse frane hanno fatto sprofondare lateralmente la carreggiata, per cui la circolazione è molto pericolosa. Vi sono pure dei vistosi smottamenti di terreno.
Il commissario prefettizio, dott. Fiorentino Boniello, che dal 9 giugno amministra l’Ente civico di San Bartolomeo e cioè da quando nove consiglieri (tre di maggioranza e sei di minoranza) presentando in contemporanea le loro dimissioni sfiduciarono l’ex Sindaco, alcuni mesi fa aveva chiesto agli Enti provinciali di Foggia e di Benevento affinché l’Amborchia venisse classificata come strada provinciale.
La strada è larga otto metri, ha un fondo consistente, sorretto da opere d’arte, con una buona copertura di agglomerato bituminoso, con argini, banchine e gabbionature di protezione.
La strada Galesse fu realizzata dal Comune alcuni anni fa con tre svincoli sul tratto Campobasso-Foggia. Era in programma un quarto svincolo che manca ancora: quello che, venendo da Campobasso dovrebbe consentire agli automobilisti di potersi immettere sull’Amborchia. Ora gli automobilisti che vengono dal capoluogo molisano, per immettersi sull’Amborchia commettono una grave infrazione, in quanto in quel punto, al centro della strada vi sono segnate ben due linee di mezzeria bianche che non dovrebbero essere attraversate.
È da auspicare che l’Amborchia diventi presto provinciale.
Intanto, il presidente del Consiglio provinciale Donato Agostinelli ha inviato al presidente dell’Ente provinciale di Foggia, dott. Giuseppe Calamita e per conoscenza al Commissario prefettizio di San Bartolomeo in Galdo ed al Sindaco di Volturara Appula la copia della delibera di Giunta esecutiva della Rocca dei Rettori n.94 del 15/03/04 inerente l’approvazione dello schema di convenzione per la realizzazione dei lavori di adeguamento e di sistemazione della strada ‘Amborchia’. La deliberazione è stata varata dal presidente del Consiglio provinciale, on. Carmine Nardone, e dagli assessori Giovanni Mastrocinque, Alfonso Ciervo, Pompilio Forgione, Pasquale Grimaldi, Giorgio Carlo Nista, Carlo Petriella e Carmine Valentino (assente era Rosario Spatafora).
“Visto lo stato precario dell’Amborchia – dice l’udeurrino Agostinelli al Presidente della Provincia di Foggia – ti prego di attivare gli organi competenti, al fine di rendere più snello e veloce l’iter attuativo e, allo stesso tempo, ti chiedo di adoperarti per il ripristino del tronco stradale provinciale ex SS 369 (dalla località Marano sino al bivio Volturara Appula-SS 17)”.
Al commissario prefettizio Fiorentino Boniello ed al sindaco di Volturara A., dott. Michele Patricella, Agostinelli chiede affinché dispongano, con ogni consentita urgenza, tutti gli atti necessari per la stipula della convenzione, onde evitare ulteriori temporeggiamenti per l’attuazione dell’opera. Uno schema di convenzione per la realizzazione dei lavori di adeguamento e di sistemazione della citata arteria intercomunale ed interregionale è stato inviato ai tre Enti già menzionati per la sottoscrizione.

Di Benedetto Canfora da “il Sannio Quotidiano”