Puoi leggerlo in circa 1 minuto :::

Il documento finanziario prevede entrate e uscite per oltre 20milioni di euro

Anche se i termini per l’approvazione del Bilancio degli Enti Locali sono stati prorogati al 31 maggio 2004 con Decreto Legge del 29/03/04, il commissario prefettizio Fiorentino Boniello, che amministra il Comune di San Bartolomeo in Galdo con i poteri del Sindaco, della Giunta e del Consiglio dal 9 giugno 2003, l’ha varato nei giorni scorsi. Il Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2004 è riassunto nel seguente quadro generale: entrate espresse in Euro, per un totale di 20.466.821,24: titolo I 1.007.348,86; titolo II 2.032.053,35; titolo III 403.429,82; titolo IV 13.796.324,56; titolo V 1.509.216,23; titolo VI 1.718.448,42. Queste, invece, le uscite sempre per lo stesso totale: titolo I 3.188.096,94; titolo II 15.305.540,79; titolo III 254.735,09; titolo IV 1.718.448,42. Il Commissario, nell’approvare il documento finanziario ha tenuto conto delle varie determine adottate nel corso dell’anno 2004, tra cui quelle riguardo la relazione revisionale e programmatica; il Bilancio pluriennale 2004/2006; l’imposta comunale sugli immobili; l’addizionale IRPEF; la Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani; l’imposta pubblicità e pubbliche affissioni: le aliquote tributi vari comunali; l’adozione Piano triennale Legge 109/94. Boniello ha, inoltre, tenuto in considerazione le delibere relative: al Piano per il recupero del centro storico; al Programma di Riqualificazione Urbana e Sviluppo Sostenibile del Territorio (PRUSST); al Piano di riqualificazione urbana, indirizzi politico-amministrativi, gestione introiti; al Piano di recupero per il riordinamento delle facciate esterne; l’individuazione di aree (L.167); al piano di zona per recupero case dismesse nel centro storico; l’approvazione del Piano artigianale e commerciale-normativa tecnica e gestione; il varo del Piano di aree dell’abusivismo edilizio. Il Bilancio è stato pubblicato all’Albo Pretorio. Su di esso vi è pure, sotto il profilo contabile, il parere favorevole e l’attestazione della copertura finanziaria dell’istruttore contabile, rag. Pizzi.

di Benedetto Canfora da “Il Sannio Quotidiano