Puoi leggerlo in circa 1 minuto :::

È il momento di incamminarsi per i boschi e per le antiche ruelle che portano ad antichi vigneti e secolari oliveti.

È bello poter assistere alla fioritura di tantissime specie è uno spettacolo di colori e profumi che inebriano e c’è la possibilità di provare sensazioni terapeutiche. Le orchidee spontanee, uniche tra le ricchezze della flora spontanea, sono testimoni di un patrimonio culturale che la natura rinnova ogni anno da sempre. Questi singolarissimi fiori, sorprendenti per la ricchezza cromatica, abbelliscono i nostri boschi e colorano le nostre colline. Un fiore prezioso ed effimero, come tutte le cose belle.
Ve ne presento tre che al momento sono in fiore, a Castelmagno e alla viottola ‘le Tre Fontane’.
Impariamo a conoscerle, amarle e rispettarle, solo così potremo presenziare allo spettacolo della fioritura di questi incantevoli fiori che continueranno a sorriderci tra il verde dell’erba e le discontinue ombre dei boschi.

Ophrys sphegodes Miller ‘calabrone’
Orchis purpurea Hudson ‘orchidea purpurea’
Orchis italica ‘omini nudi’

di Tiziano Del Buono