Puoi leggerlo in circa < 1 minuto :::

Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio grandi e piccini si sono incontrati per trascorrere due giorni di preghiera e allegria. L’appuntamento, come sempre, è stato alla “Cappella”, il Santuario della Madonna Incoronata di San Bartolomeo in Galdo.

La manifestazione religiosa è iniziata venerdì 29 aprile alle ore 20,00 circa con la fiaccolata che, dalla Chiesa Madre in paese, ha accompagnato con canti e preghiere la statua della Madonna sino alla sua “casa”, la Cappella. Accolta da un tripudio di fuochi d’artificio, la Vergine è stata posta nell’apposita nicchia ed è iniziata la veglia notturna. Come da molti anni, tanti fedeli hanno recitato il rosario e hanno intonato canti di lode per tutta la notte fino alla Celebrazione Eucaristica mattutina, alle ore 6.00. La splendida giornata di sabato ha permesso ai devoti di raggiungere, anche a piedi, la Cappella, per recare il proprio omaggio. I campi circostanti sono stati rallegrati da tanti bambini con aquiloni dalle mille forme e colori. Domenica, la Santa Messa è stata celebrata alle ore 11,00 sul sagrato della Chiesa per permettere a tutti di partecipare alla funzione e di ascoltare il Panegirico in onore dell’Incoronata. La tradizione vuole che si percorrano tre giri intorno al Santuario recitando l’Ave Maria, e così, la statua è stata accompagnata in processione lungo il selciato. Anche quest’anno sono stati numerosi i segni della devozione del popolo che si sono manifestati nell’allestimento delle coloratissime “verghe” e nella realizzazione degli impegnativi solchi. Nel pomeriggio si è svolta la premiazione della “verga” più bella e del solco più diritto. L’intera manifestazione si è conclusa con la recita del rosario, in occasione dell’inizio del mese mariano.
L’appuntamento è per l’anno prossimo ’ncopp a Cappell!!!

di Daniela Agostinelli